venerdì 20 gennaio 2017

LA MUSICA DELLE STELLE: quale scegli di ascoltare?



In questo articolo vorrei parlarvi di astrologia in generale analizzando soprattutto l'aspetto vibratorio, dell'Anima e della mente e di come noi veniamo influenzati dalla mente e perché.

L'Astrologia è innanzitutto vibrazione, e soprattutto descrive il carattere e le dinamiche della mente di ognuno di noi, anche degli scettici che generalmente hanno forti componenti nei segni di terra.
Toro, Vergine e Capricorno. (agli scettici consiglio la lettura di questo articolo)

Ma sono sicura che tra di voi ci sarà un Toro, una Vergine ed un Capricorno per nulla scettico, infatti io sono nata sotto il segno Capricorno e mi occupo di astrologia.
Come potrebbero esserci tantissime anime nate sotto il segno dei Pesci (segno considerato credulone e spirituale) completamente scettiche senza ombra di dubbio.

Allora non funziona (penseranno appunto gli scettici).

In realtà la spiegazione è molto più semplice di quello che si pensa, ma anche un tantino complessa nel senso che richiede ampie vedute e tante considerazioni diverse che cercherò di esporre qui sperando di non creare troppa confusione, se così dovesse essere non esitate a farmi domande!

Partiamo dal principio.

Se vuoi comprendere l'Universo devi ragionare in termine di vibrazioni e frequenza, diceva il saggio Nicola Tesla

Tutto è energia in questo Universo.
Le nostre emozioni sono pura energia, lo dice già la parola stessa in inglese "e-motion"= energia in movimento.
Le nostre emozioni fanno nascere in noi pensieri ed i nostri pensieri ed azioni, pertanto anche pensieri ed azioni sono energia.
Tutto viene creato grazie ad un energia in movimento. L'energia è vibrazione e la vibrazione è musica e colore, pertanto sembrerebbe proprio che anche noi siamo musicisti in questo firmamento.

Quale musica suoniamo dunque?

Innanzitutto bisogna comprendere da dove arrivano le vibrazioni delle nostre emozioni e pensieri.
Ci avete mai pensato?
La risposta più ovvia sarebbe: dall'infanzia, dal mio vissuto personale, dalla mia Anima.

Direi che sono tutte risposte corrette, un po' meno corretta forse la visione che le nostre emozioni vengono dall'Anima, ma mi riferisco soprattutto ad emozioni come il dolore, la sofferenza, il dubbio, ma anche l'eccessiva gioia ed esuberanza!

L'Anima, o meglio lo Spirito, infatti è essenza pura, centrata e fusa con tutto il creato. Non conosce dolore, non conosce tormento né tantomeno percepisce la separazione. L'Anima semplicemente è e nello stesso tempo è fusa con tutto il creato! però.. si incarna in un corpo, in un mondo di dualità, in una dimensione terrena che la fa sentire separata dal tutto e da tutti, perdendosi nel limbo cede dunque il controllo alla mente umana che si sente separata da tutto, diventa ego e cerca con grande sforzo di raggiungere qualcosa, di essere qualcuno, si sentirsi accettato e non solo di trovare amore, quando invece deve solo esserlo.

Ma come possiamo sentire di essere amore se veniamo condizionati da tutto quello che ci circonda e se diamo così tanto ascolto alla mente e all'ego?
E' assai difficile soprattutto quando viviamo nel dolore, senza poi considerare ogni desiderio che la nostra mente ci spinge a realizzare per farci sentire finalmente felici, in realtà portando l'attenzione fuori ci sta solo portando sempre più lontano dalla nostra Essenza.
Ma l'ego non è mai contento... vuole sempre qualcosa.
Allora sembra quasi che tutto diventi una tentazione per l'Anima, una distrazione.
E credo che in effetti sia proprio così.

Dal momento che l'Anima si incarna in un corpo, vive un esperienza terrena e viene accolta dalla mente, ed è proprio quando comincia ad identificarsi con la mente credendo di essere triste, sola e rifiutata che comincia a perdere la rotta e la conoscenza di Sé.

Ma tornando a connetterci con la vibrazione..

Se tutto è energia dunque, anche la mente deve essere energia, e come si manifesta l'energia della mente?

(Passo dopo passo arriviamo a conoscere la musica delle stelle ma cominciamo per ora a comprendere la mente)

La mente è la nostra personalità, le nostre emozioni, i nostri pensieri, i nostri desideri.
Comincia a formarsi nel giorno del nostro primo respiro.
Il nostro cervello è il computer della mente, raccoglie informazioni, le codifica, le registra, le comprende, le cataloga, e diventa sempre più forte nel corso degli anni.
un esempio banalissimo che tanti di noi abbiamo vissuto:

Se piango, mi rifiutano
Se esprimo la mia creatività, mi ignorano
se sogno mi dicono di non illudermi.

Questi sono solo tre esempi di esperienze che possiamo aver vissuto nella nostra prima infanzia, esperienze che vengono analizzate e comprese dalla nostra mente, registrate, e messe nel nostro archivio. (quel che conta per un bebé o un bambino è ricevere amore e riconoscimento prima di tutto, allora non ci pensa due volte ad essere quello che gli viene chiesto di essere e a registrare l'informazione affinché non se la dimentichi!)

Più forte e dolorosa è l'esperienza che abbiamo vissuto, più questo file risalta in primo piano e più ci condiziona a livello inconscio, e non appena ci ritroviamo in situazioni in cui ci viene da piangere, si apre quel cassetto e ci suggerisce: stop! non piangere, altrimenti ti rifiutano. E così ci troviamo a bloccare le nostre emozioni senza rendercene conto, più l'emozione sembra senza controllo, più è indice che le stiamo in realtà bloccando da tanto tempo.

Ma tutto questo.. da dove nasce e soprattutto perché??? Come vibra la mente? Come mai vivo queste esperienza nella mia prima infanzia? Castigo divino? karma?

Se vuoi comprendere l'universo devi ragionare in termine di frequenza e vibrazioni, dunque è lì che possiamo trovare la nostra risposta.

Perché io vivo un'esperienza e mio fratello no? eppure abbiamo gli stessi genitori.
come mai siamo così diversi gli uni dagli altri?
Anche in Astrologia, com'è possibile che due persone con lo stesso tema natale (ed è assai possibile) vivano due vite completamente diverse?

Perché abbiamo vissuto esperienze diverse mi risponderete! Ed è assolutamente vero anche questo!
Abbiamo tutti vissuto esperienze diverse, esperienze che hanno in qualche modo "determinato" la nostra stessa vita, pensieri ed emozioni, carattere ed esperienze che soprattutto ci hanno portato sempre più lontano dalla nostra vera Essenza, la purezza dell'Anima.

Sembra quasi una punizione divina...

Questo è quello che ci vuol far credere la mente, in modo da assumere di nuovo il controllo e spingerci a cercare la redenzione o l'illuminazione.

Ora mi ricollego ad un altro articolo che scrissi tempo fa "Astrologia, vibrazione e personalità"

"...Partiamo da noi stessi. Siamo esseri viventi con determinati pensieri ed emozioni ed abitiamo un pianeta meraviglioso ed in quanto esseri viventi, emettiamo una vibrazione!
Il nostro pianeta è anche un organismo vivente! e pertanto vive e vibra tanto quanto noi.

Il pianeta terra fa parte di un sistema solare ed ogni pianeta nel sistema solare emette la sua particolare vibrazione. Tutti i pianeti vibrano in modo diverso ed interagiscono tra di loro ogni giorno in modo diverso, a dipendenza dei contatti che hanno tra di loro.
E la terra, pianeta sul quale noi viviamo, viene influenzata continuamente da queste vibrazioni, a tal punto che è possibile predire una tensione cosmica che potrebbe far tremare la terra o causare inondazioni. (ma riguardo a questo argomento ho già espresso la mia opinione)

Ogni pianeta (con la sua vibrazione) ha una sua particolare funzione.


...
L'universo ci ha dato degli strumenti per rispondere a queste domande?"



Si! L'Universo la risposta ce l'ha data, e risiede nell'universo stesso e nel nostro sistema solare! (Nell'articolo sopra citato potete comprendere quale pianeta influenza le vostre emozioni, azioni, ferite inconsce e così via...)

ma come mai tutto questo accade?

Non appena ci incarniamo in questo mondo, facciamo parte di questo sistema solare che vibra, che pulsa che crea, e noi diventiamo co-creatori di questo universo, e lo siamo ogni singolo giorno della nostra vita, decidendo come risponderemo ad ogni influsso planetario in relazione al nostro tema di nascita.

Se siamo a conoscenza del potenziale vibratorio e creativo di questo sistema solare e soprattutto della nostra carta astrale, abbiamo la possibilità di attingere alla sua più alta vibrazione e manifestazione con consapevolezza, se invece ne siamo ignari diventiamo come burattini i cui fili vengono guidati da queste vibrazioni planetarie che si manifestano a seconda di come noi manifestiamo le nostre emozioni, pensieri e credenze ed azioni. Diventiamo dunque strumento della mente, quando invece dovrebbe essere il contrario!

sembra proprio un circolo vizioso, un labirinto. E lo è!

La cosa più saggia da fare sarebbe quella di riassumere il controllo della nostra mente, ma in realtà è sempre solo la mente ad assumere un controllo.

Potremmo scegliere di diventare Essenza ed Anima, osservando la mente e dis-identificandoci da essa! Questa sarebbe a mio avviso la soluzione più saggia.
"Ma non ho capito bene.. da cosa devo dis-identificarmi? ah dalla mente, giusto! ma chi è la mia mente e come si manifesta? quali sono le sue convinzioni e quali le sue dinamiche? visto che spesso sono inconsce, come posso identificarle?"

Ed è proprio qui che entra in gioco l'Astrologia e l'analisi dettagliata del nostro tema natale di nascita.

Il nostro tema natale indica le dinamiche della nostra mente! La vostra mente è la vostra personalità, e la vostra personalità viene influenzata da almeno 10 pianeti.  (come ho spiegato più nel dettaglio nell'articolo citato, considerando ogni pianeta). e' dunque impossibile valutare lo scetticismo analizzando solo il segno zodiacale.

Insomma, il vostro tema natale è il vostro ego, la vostra personalità, sfide, emozioni.. è energia in movimento.
Il tema natale è la vostra mente, spesso caotica e confusa.

Se infatti analizzate il vostro tema natale aspetto per aspetto, leggendo i cosiddetti "cook books" (libri di ricette astrologiche) vi accorgerete che alcune descrizioni che potete leggere sono in contraddizione tra di loro, come se agissero per conto proprio senza avere un nesso e senza riuscire a collaborare, quando in realtà ce l'hanno eccome! C'è un file rouge che collega la tela degli astri, e quel file rouge siamo noi, è la nostra consapevolezza, ma se noi usciamo dal gioco, i pianeti giocano la partita da soli, ed è li che si crea il caos totale.

Se lasciamo manifestare le energie planetari all'interno della nostra psiche senza che noi decidiamo come farle manifestare, il tutto diventa energia in balia, pianeti che giocano a calcio con la nostra anima, e noi che ci facciamo giocare convinti che la nostra vita sia un disastro, soprattutto quando incolpiamo Saturno percependolo contro di noi!

I pianeti stanno semplicemente creando una loro sinfonia, e la nostra mente decide a quali vibrazioni attingere a dipendenza di quello che ci vuole fare sentire. Ci vuol far sentire vuoti? si focalizza su Plutone in quarta per esempio. In questo modo noi come Anime, non diventiamo co-cratori di questa sinfonia come maestri d'orchestra, ma lasciamo che sia la mente a dirigerla. 

Se nella vostra mente vive il tormento e la perdita e delle difficoltà e disgrazie, suoneranno magari Saturno in 12 od in ottava, se vivete il tormento del rifiuto Saturno in rapporto a Venere. Suoneranno talmente forte da non far esprimere il resto del tema natale, perché la mente deve portarvi lontano dall'Anima.
Un orchestra che si auto-gestisce insomma.

Comunque ogni vibrazione ha motivo di esistere e sono tutte manifestazioni planetarie corrette, a tal punto che se vi vengono espresse da un astrologo fatalista che non vi lascia via di scampo vi sentireste impotenti difronte a tale manifestazione.

Ma sono solo possibilità, reali, ma solo possibilità. Per fortuna di astrologi fatalisti e catastrofici si sente parlare sempre meno.

E' importante considerare e ricordare che il tema natale non solo descrive le possibili manifestazioni del vostro carattere ed esperienza, ma anche tutti i potenziali della vostra mente, del vostro carattere e della vostra vita. 

Se siete gia andati da un astrologo per ricevere informazioni sul vostro tema natale, vi sarete accorti di quanto queste informazioni siano corrette e di quanto descrivano la vostra personalità, infanzia ed esperienze anche in modo assai dettagliato!
Come è possibile se la persona alla quale vi siete rivolti non conosce nulla della vostra vita?

Non conoscerà nulla della vostra vita, ma sa leggere le vibrazioni planetarie.
Non è affatto un indovino! semplicemente legge la musica delle stelle, come un musicista legge le note musicali.

Ognuno suona la sua sinfonia, ognuno interpreta la musica delle stelle secondo la tecnica che ha appreso, e sono tutte giuste!
Non ve ne è una migliore dell'altra. Cosa è meglio o peggio per voi, lo decidete voi e nessun'altro.  Decidete voi quello di cui avete bisogno e quello che volete manifestare nella vostra vita, e lo decidete ogni giorno, sia che agite sia che non agite.

Prima tutti gli astrologi di un tempo si basavano più o meno sulla stessa tecnica. Diciamo che innanzitutto non si utilizzava l'astrologia per comprendere la psiche umana, quanto più per prevedere disastri o carestie o scegliere il giorno migliore per sposarsi o per decidere importanti eventi.

Tutto quello che noi creiamo qui su questa terra, si riflette nel cosmo, e tutto quello che vibra nel cosmo si riflette sulla terra. Dunque le loro analisi erano corrette ed affidabili.

Ma vi è continua comunicazione e co-creazione tra noi ed il cosmo in evoluzione.
E a livello planetario astrologico si sono sviluppate nel tempo tantissime comunicazioni diverse creando diverse sinfonie planetarie disponibili per tutta l'umanità, dobbiamo solo scegliere!

Nell'antichità Saturno e Marte venivano descritti come pianeti malefici, perché la loro vibrazione planetaria ed un contatto tra loro era presagio di disastri o carestie. Ed è così che Saturno è diventato il pianeta più temuto di tutti. Si sente spesso parlare di Saturno contro ancora oggi.
La fama che ha conquistato, ovvero, la fama che noi gli abbiamo assegnato in risposta alle esperienze che abbiamo realmente vissuto, ha creato una forma pensiero nell'Universo, un energia. Una nota, una sinfonia.

Ora viene considerato anche il grande Saggio da tantissimi luminari in astrologia, da tanti astrologi che offrono la loro saggezza in tutto il mondo viene considerato il grande maestro delle grandi rinunce, ma rinunce a fin di bene e non come castigo.
Il risultato potrebbe anche essere lo stesso per entrambi le interpretazioni di questa energia, quel che cambia però è la vibrazione e la consapevolezza dietro questa energia. Ho perso qualcosa perché il Signore del karma mi ha punito, o l'ho perso perché non ne ho più bisogno?

Il cosmo ci fornisce una sinfonia celestiale, tante note musicali (pianeti) che possono manifestarsi su diversi livelli di coscienza e manifestazione.

Da quella più antica, a quella attuale. Il cosmo è pieno di sinfonie!

La melodia che ascolterete è la melodia della vostra mente, non della vostra Anima.
Ma lo scopo di questa esistenza, è quello di vivere nel miglior modo possibile e di diventare co-cratori della nostra vita.
Se sceglieste di focalizzarvi sulla sinfonia che crea il vostro potenziale, cosa potrebbe accadere?

Insomma..

Quale concerto scegli di andare ad ascoltare? e quale musica scegli di comporre?

9 commenti:

  1. Possibile che all INIZIO come umanità..abbiamo vissuto parte della nostra vita senza ascoltare le sinfonie planetarie e poi..per un certo periodo ci siamo affidati completamente ad esse per poi ancora non averne dato più importanza..ed eccoci qua.. Scettici difronte all evidenza.
    Ed in tutte queste generazioni,una famiglia invece,un clan diciamo,sia rimasto senza ascoltarle,libero da quei condizionamenti fin dall inizio.. Parlo degli /°\ Cosa ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una domanda interessante. Io credo che forse i pianeti sono "strumenti musicali" che l'umanità sceglie di suonare a dipendenza della sua evoluzione e conoscenza. "Come in cielo, così in terra". Non è un caso infatti che Urano fu scoperto nel periodo delle gradi rivoluzioni (quella francese e l'indipendenza americana) e che Plutone nel momento in cui Freud parlò dell'inconscio la prima volta. La scpoerta dell'umanità e la consapevolezza stessa è come se attivasse nei pianeti una sinfonia in più che in realtà è sempre stata presente, ma noi non eravamo in grado di vederla e di connetterci. Credo che se uno non ascolti e non si sintonizzi sulle frequenze planetarie (rispondendo all'ultima domanda) vi sono due possibilità di manifestazione: O si manifesta la mente (il dubbio, la paura, le emozioni senza controllo, il desiderio di essere avere o fare), o l'Essenza (che si manifestò in Cristo ed in ogni grande maestro che riusciva a dis-identificarasi da ogni influenza planetaria e limitante). In quanto agli scettici, ho visto temi natali in cui questo scetticismo era assi presente per non solo per la presenza di pianeti in segni di terra, ma per altre combinazioni, ma analizzando il Karma, credo che per quelle persone sia giusto così, vengono portate più a focalizzarsi sul qui ed ora, sulla materia e sul presente. Il pericolo però è che si facciano trasportare dalla mente.. ma non tanto meno di chi la spiritualità la insegue da sempre..

      Elimina
  2. Grazie e come dici tu non sono coincidenze!! Aggiungo che Loro /°\ hanno timonato per rispettare le tempistiche planetarie,ma scegliendo per noi(a loro favore) il contesto. Facendo in modo che non ascoltando, si manifestassero prevalentemente nella mente ed in minima parte(sapientemente razionata) nell essenza,avrebbero pilotato l'umanità. Questo calza con l'obbligo vincolante di verità che hanno nei nostri confronti!

    Hanno mentalmente progettato per secoli il come farlo senza farsi trasportare dalla mente ma facendola utilizzare ai più brillanti medium e astrologi di sempre,pertanto se non utilizziamo la nostra non potremo sfibrare le corde che ci legano , e poter così sollevare il pesante velo che hanno sapientemente steso sui nostri occhi,figuriamoci svegliarci da quel comodo sonno che ci tiene separati dalla sofferenza dei nostri fratelli nel mondo.. Cosa ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perdonami, non comprendo pienamente cosa intendi. loro chi?

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come loro chi? :) Non ti é mai capitato di vedere in un film il /°\ (triangolo occhio)?

      Voglio far intendere quella branca Deviata e circoscritta di persone che hanno potere economico e sociale,a supporto di una elevatissima conoscenza dell'occultismo esoterico e le loro azioni perpetrate nella storia.

      Fausto Carotenuto in un articolo di crepa nel muro,li definisce maghi Neri ed affiliati.

      (Personalmente trovo si tratti di una limitazione ma risponde comunque in maniera esaustiva, alla domanda loro chi...)

      Sappimi dire,ciao! ;)

      Elimina
    2. a ti riferisci agli illuminati.
      mah guarda.. credo che loro conoscano molto bene l'influenza planetaria e tante altre leggi esoteriche, ma non so fino a che punto conoscano il potere del Sé, ma senza ombra di dubbio conoscono il potere della mente. A sto punto pero' bisognerebbe considerare anche la possibilità che gli stessi illuminati vengano creati per controllare e manipolare le persone portando sempre più attenzione fuori, verso i complotti, verso tutto ciò che può portarci sempre più lontano da noi stessi e dalla nostra vera essenza, che osserva non giudica e fluisce nel tutto. Più viviamo nella mente, più ci allontaniamo dal nostro Sé e da Dio.

      Elimina
  4. Decisamente.. Devono (purtroppo per loro) essere avulsi al proprio Sé per necessità di servizio..non li invidio... Probabilmente hai colto nel segno,credo anch'io che il loro motivo d'esistenza sia propio quello ma va considerata la concreta possibilità che in quanto esseri co-creatori,noi,abbiamo reso possibile la loro presenza...Magari ingannati o l'abbiamo concessa in maniera graduale,magari inconsapevolmente.. Comunque sia vole chiederti: (Cristo ed in ogni grande maestro che riusciva a dis-identificarsi da ogni influenza planetaria e limitante) Intendi chiudere il cerchio risolvendo il karma o che non ne subiva gli effetti perché aveva trasceso il tema natale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristo era ed é energia cristica pura, connesso con il sé ed il tutto, pertanto immune dalle influenze planetarie. Il karma per me non é un cerchio da chiudere, é solo un labirinto dal quale dover uscire

      Elimina