mercoledì 28 settembre 2016

LUNA NUOVA IN BILANCIA: Liberati da responsabilità che non ti appartengono, ritroverai la leggerezza che cerchi



Sabato 1 Ottobre, 2:12 AM
LUNA NUOVA IN BILANCIA 

Liberati da responsabilità che non ti appartengono, ritroverai la leggerezza che cerchi. 


Il percorso di ricongiungimento con la Fonte Divina continua ogni singolo giorno, ma eventi importanti come le Lunazioni, Lune Piene, Equinozi e Solstizi, ed ogni configurazione planetaria particolare sia in stretta connessione con il nostro Tema Natale che ad un livello più collettivo indicano sempre vibrazioni che vanno a stimolare determinate energie affinché noi possiamo prenderne coscienza.

Lo so che molti di voi stanno attendendo il momento in cui finalmente potranno avere un po' di tregua, felicità e serenità, leggendo parole del tipo:

"Ecco, ci siamo! Lo dicono anche gli astri! Finalmente la pace si espanderà su tutto il pianeta ed ogni essere umano vivrà in uno stato di beatitudine e serenità".

Non sarà questo il titolo del mio articolo, ma posso assicurarvi che vi darò qualche indizio su come raggiungere questa tanto desiderata serenità.
Ogni singolo giorno di vita su questo pianeta veniamo appunto invitati a raggiungere e vivere questa beatitudine.  Il punto è che stiamo aspettando un momento piuttosto che crearlo giorno per giorno.

Farò una "breve" introduzione, prima di addentrarmi profondamente nell'analisi di questa lunazione, perché la bilancia vuole sempre chiarezza e diversi spunti per poter valutare con attenzione.

Avverrà di notte questo mistico incontro tra Sole e Luna, esattamente alle 2:12 AM, mentre gran parte di noi verrà accolta nel mondo onirico, prestate pertanto particolare attenzione ai vostri sogni.

Ad ogni Luna Nuova Sole e Luna si congiungono in una danza intimamente mistica, fondendosi reciprocamente uno nell'altra. Il segno in cui si trovano e la casa astrologica nella quale avviene questa fusione, nonché tutte le energie planetarie del momento ed il segno che si trovava ad ascendere ad est al momento della lunazione, vanno a creare la perfetta energia cosmica che ci accompagnerà lungo tutto il mese, e che avrà particolare importanza sui temi che andrà a sollecitare. Essendo il Capricorno il segno ad ascendere, particolare rilevanza assumerà pertanto Saturno, che si troverà in perfetta quadratura con i nodi lunari.

Come per ogni luna nuova il Sole che rappresenta l'energia maschile di azione si unisce all'energia femminile e nutritiva della Luna, e noi veniamo invitati a fare altrettanto dentro di noi.

Questa fusione avverrà in casa terza, una casa che assume diversi significati a dipendenza della tecnica interpretativa, ma io amo definirla la casa delle percezioni che indica con quale energia e modalità noi percepiamo il mondo circostante. Quella sottile e a volte invisibile comunicazione che avviene tra noi e la realtà nella quale viviamo.

Abbiamo appena varcato le soglie dell'autunno per addentrarci in una nuova entusiasmante avventura all'insegna dell'introspezione, ed ora il percorso continua, non si arresta mai d'altronde.
Ecco che siamo arrivati alla prima indicazione del viaggio "appena" iniziato lo scorso 22 settembre ma che continua da sempre: Luna Nuova in Bilancia.

Andiamo dunque a vedere quali sono le energie planetarie e cosa potrebbero sollecitare in noi collettivamente.

Beh'.. innanzitutto nel segno della Bilancia l'invito è quello di ritrovare un equilibrio interiore tra due energie opposte, l'energia maschile del Sole e l'energia femminile della Luna.
Il segno in cui avviene questa fusione suggerisce che sarà attraverso la relazione con l'altro che possiamo mettere luce su noi stessi, innanzitutto relazionandoci con l'altro, o più precisamente, come annunciato nell'articolo dell'equinozio di autunno, osservando attentamente come noi reagiamo ad ogni azione, parola o gesto altrui, senza stare sulla difensiva, ma piuttosto diventando spettatori della nostra stessa vita.
Trovandosi in casa terza, avrà sicuramente a che fare (oltre che con le percezioni personali) con la comunicazione ed espressione emotiva.

Siamo tutti uno, questo si ripete ormai da tanto tempo, ma quanto realmente vengono comprese queste parole? Se siamo tutti uno, come mai io vedo e percepisco l'altro come un essere separato da me? Qual'è lo scopo di questa separazione? Qual'è lo scopo di questa illusione?

Innanzitutto perché il modo migliore per ritrovarsi, è perdendosi, e poi perché non vi è modo di comprendere quanto sia caldo il Sole, se non viviamo le notti fresche della Luna. Non potremmo mai ammirare la magia di un cielo stellato se il firmamento non si offrisse a noi di notte, e mai in modo scontato, come non potremmo mai ammirare la bellezza della Luna, se non venisse illuminata dal Sole. Due visioni opposte dunque ci aiutano a definire noi stessi e la nostra realtà.

Questa illusoria separazione è pertanto necessaria alla nostra evoluzione.
Innanzitutto perché se non potessimo mai confrontarci l'uno con l'altro non avremmo nessun metodo di riferimento e non potremmo mai sapere chi desideriamo essere, quali sono i nostri pensieri ed emozioni. Chi vogliamo diventare, cosa dobbiamo ancora imparare, e quali sono le persone con le quali desideriamo percorrere un pezzo del nostro cammino e quali invece non desideriamo facciano parte della nostra vita. Confrontarsi diventa assai importante per comprendersi e conoscersi.
Dunque la presenza dell'altro è fondamentale alla nostra crescita e ci accompagna a prendere coscienza di chi veramente siamo.

Il problema è che siamo talmente identificati in questo ruolo da perdere di vista la vera Luce. Non quella del Sole, né tantomeno quella della Luna, ma la Luce della nostra vera Essenza, e così veniamo costantemente spinti a cercarla all'esterno di noi stessi, perché ci sentiamo incompleti e vuoti, se...

Ed è solo ora che mi sto addentrando nell'interpretazione di questa Luna Nuova.

La casa delle percezioni....

Come percepiamo il mondo circostante? il luogo in cui viviamo? le persone che ci circondano?
Quali sono le nostre percezioni attuali?

Il Nodo Lunare Sud di questa lunazione, sempre in Pesci e sempre congiunto a Kirone e Nettuno, non indicano di certo un bagaglio emotivo facile da gestire, soprattutto considerando che questa configurazione si trova in casa ottava, e per l'Astrologia Karmica, questo è un terreno assai bollente.

Analizzando attentamente il Nodo Lunare Sud ed i pianeti con esso coinvolti, il cosmo ci vuole invitare a considerare il motivo per cui reagiamo con sfiducia o paura, quali sono i sensi di colpa che ancora ci impediscono di essere chi veramente desideriamo essere. Chi siamo e perché agiamo in determinati modi, di cosa abbiamo paura e perché, ma soprattutto quanto il rapporto con l'altro diventa fondamentale in tutto questo, perché non potremmo mai comprendere pienamente tutto questo se non ci confrontassimo con la vita e le persone che ci circondano, e dunque osservandole come entità distinte che hanno lo scopo di mostrarci qualcosa di ben preciso.

Le energie planetarie di questa lunazione indicano che vi è paura nell'umanità. Una paura che ha fatto nascere un insicurezza, un insicurezza che a sua volta ha fatto prendere delle decisioni. Ed è dunque proprio quella paura a determinare le nostre scelte, decisioni, comportamenti, pensieri ed emozioni, a determinare il modo in cui entriamo in contatto con la nostra realtà, come percepiamo dunque il mondo circostante.

Questa paura è legata alla perdita in generale, di persone,  di sicurezza, di sostentamento necessario alla nostra sopravvivenza. Paure che ci tengono ancorati a quello che abbiamo. Che si tratti di materia o persone, e questa paura è tale da portarci a voler mantenere un controllo a tutti i costi, sulle persone che sulle cose, sulla vita.

Sappiamo bene quanto sia difficile mantenere il controllo della situazione soprattutto quando la paura prende il sopravvento. Ma non sappiamo bene quanto potente sia quando è inconscia.

Spaventati ed insicuri costruiamo un Ego dietro il quale nasconderci e rendiamo responsabili gli altri della nostra felicità.
Rincorriamo l'Amore, come se fosse la nostra unica via di salvezza.
Sogniamo l'Anima Gemella, come se dovesse riempire definitivamente quel vuoto interiore, quella sensazione di essere incompleti. Senza rendercene conto e continuando a mantenere un ruolo che comunque viene anche dalla cultura nella quali viviamo e siamo cresciuti, cerchiamo costantemente un aiuto ed un supporto dall'esterno, dall'altro soprattuto. Lo facciamo a tal punto da non riuscire più a renderci conto di quanto carichiamo l'altro di responsabilità, e di quanta ne assumiamo noi forse convinti di doverlo fare per dimenticare o nascondere quella paura, o per rispondere alle aspettative altrui.

Ed in questo modo diventiamo uno responsabile della felicità dell'altro. Non della nostra, ma dell'altro!

Vi rendete conto di quanto possa essere pesante questa responsabilità?

Forse no, perché è diventata talmente un abitudine da impedirci di rendercene conto.

Basti pensare al ruolo della donna e dell'uomo.
La donna pensa a nutrire l'uomo, e l'uomo a proteggere la donna, facendola sentire sicura.
La donna chiede inconsciamente all'uomo di nutrirla dell'energia maschile, mentre l'uomo costantemente cerca di completarsi con l'energia femminile.
Lo fanno a tal punto e da così tanto tempo da essersi dimenticati di possedere entrambi le energie, di essere già completi.

Il rapporto sessuale per la maggior parte dell'umanità si è trasformato in un bisogno fisico, quando dovrebbe essere un dono Spirituale.

Avere una donna che si occupi di un uomo, sembra essere il sogno di ogni madre per suo figlio. Ed avere un uomo che si prenda cura di una donna, il desiderio di ogni padre.
Ed alla fine ci ritroviamo coinvolti in ruoli che non ci appartengono affatto, diventando madri per i nostri compagni e padri per le nostre compagne, figli per le nostre compagne e figli per i nostri compagni.

Ma se dobbiamo prenderci cura dell'altro, come possiamo prenderci cura di noi stessi e ricordare chi siamo veramente e quali sono i nostri reali bisogni?

Come ho scritto in un post dedicato alla Bilancia, nella sua manifestazione negativa quest'energia tende a rinnegare se stessa per compiacere l'altro, mentre nella sua manifestazione positiva ricerca il giusto equilibrio. Ed e' dunque qui che dobbiamo portare attenzione. Questa Luna Nuova in Bilancia in casa terza ci invita a ritrovare il giusto equilibrio interiore che ci permetta di avere un maggior equilibrio con il mondo circostante.
La presenza di Giove ci incoraggia ad avere fede in questo processo, ed espande queste sensazioni. Di completezza o di vuoto, a dipendenza di quello che vivete e percepite dentro di voi. Lo scopo è quello di ristabilire il giusto equilibrio.

La Lunazione ci vuole mostrare che ognuno di noi è già completo, ma per mostrarlo potrebbe farvi sentire le paure che vi impediscono di sentire questa completezza.

Ma davvero, ognuno di noi è già completo! L'Energia maschile e femminile è presente in ognuno di noi! e' con noi stessi che dobbiamo costruire, instaurare e mantenere un rapporto sacro!

L'altro non ci deve completare affatto! Non abbiamo bisogno di nulla e di nessuno per sentirci completi. Né di un uomo, né di una donna. Questo non significa affatto che dobbiamo vivere da soli, significa soltanto che non dobbiamo rendere l'altro responsabile della nostra felicità.

Sono solo le nostre paure ad averci allontanato da questa sensazione di completezza ed unione con il tutto! E non vi è alcun altro modo di riconquistarla che concentrarsi su se stessi. Non abbiamo bisogno dell'altro per essere felici!

Ma bisogna fare chiarezza anche sul reale bisogno! Perché di bisogni reali ce ne sono eccome!

Reale è quel bisogno di aiuto quando costretti su una sedia a rotelle o infermi in un letto di ospedale, abbiamo bisogno di una persona che ci nutri, ci sostenga, ci incoraggi, ci vesta, e ci lavi.

Ma non è reale quel bisogno in cui chiediamo all'altro di renderci felici!

Non sta all'altro renderci felici! Dobbiamo liberare l'altro e noi stessi da questo enorme peso!

E se tutti noi ci focalizzassimo su noi stessi e su quei reali bisogni, non solo conquisteremmo quella sensazione di leggerezza, ma potremmo fare qualcosa di utile per chi davvero ne ha bisogno! L'Amore che possiamo trasmettere o ricevere diventa incommensurabile!

Liberatevi dunque da quel senso di responsabilità di dover rendere felici gli altri e nel contempo liberate loro stessi dall'aspettativa nei vostri confronti.

Durante questo mese dunque chiedetevi quali sono i vostri reali bisogni,
Quanto state chiedendo all'altro di rendervi felici o quanto voi vi siete assunti questo ruolo
Cosa potreste fare per aiutare chi veramente ha bisogno di un aiuto reale.
Come vi sentite dentro e a chi o cosa state chiedendo di riempire quel vuoto.

e poi rivolgetevi a voi stessi osservandovi allo specchio, dicendovi: Ti Amo! mentre vi risponderete: ti stavo aspettando da tempo.

Buona Lunazione a voi...

Claudia Sapienza





venerdì 23 settembre 2016

EQUINOZIO D'AUTUNNO: L'Arcangelo Michele ti indica la via per ritrovare la libertà



E con l'entrata del Sole in Bilancia il 22 Settembre alle ore 16:21 si sono spalancate le porte all'Autunno, ma non solo...

La Natura ci fa dono della sua bellezza prima di invitarci ad un'introspezione profonda con l'arrivo dell'inverno.

E' il momento di fare delle scelte, il momento di decidere cosa è giusto tenere e cosa è arrivato il momento di lasciare andare perché non rivelatosi utile alla nostra evoluzione.

E' infatti in autunno che gli agricoltori smistano i frutti tenendo quelli perfettamente maturi e sani e restituendo alla natura quelli meno utilizzabili. Le mele marce tornano alla terra e i semi intatti vengono custoditi per la primavera successiva.

E noi, come parte integrante di questa natura, veniamo invitati a fare la stessa cosa.
Dobbiamo prepararci a ritirarci in letargo, lasciando fuori il superfluo.

L'Equinozio di Autunno di quest'anno ha posto maggiormente l'accento su questo lavoro interiore, profondo ed intenso.
E sì, perché nell'esatto momento in cui i raggi del Sole hanno raggiunto la terra illuminandola perpendicolarmente e dando l'inizio a questa nuova stagione, il Sole congiunto a Giove illuminava infatti la casa ottava. La casa della metamorfosi che rappresenta la morte e la rinascita; la dimora di Plutone, Dio degli inferi, che ci invita ad entrare nel nostro inconscio per andare a liberarlo da tutto ciò che ci impedisce di risalire in superficie liberi e leggeri, ma non lo dico a caso.
Il 22 settembre al momento dell'equinozio la Luna splendeva dalla casa quinta nel segno dei Gemelli incoraggiandoci (con tenacia perché quadrata ai nodi lunari) a conquistare la nostra libertà di essere quello che siamo veramente.

L'appoggio di Giove si rivela fondamentale e di grande aiuto.

"Abbiate Fede, non abbiate paura, per ristabilire equilibrio dovete solo fare un viaggio dentro voi stessi" 

E guarda caso Mercurio (che fa da Caronte), il messaggero che aveva accesso negli inferi, il giorno dell'equinozio arresta il suo moto retrogrado ed occupa il territorio di Ade non troppo lontano dal Sole, e dunque ci accompagna in questo viaggio.

Ma non solo! Mercurio si trova anche congiunto al Nodo Lunare Nord, che in Astrologia Evolutiva indica la direzione dell'Anima!


"Per raggiungere il tuo dharma, dovrai compiere questo viaggio"


La Bilancia come ho scritto in un post in Facebook, ha un dono particolare nel mantenere un equilibrio che spesso però si rivela controproducente, soprattutto quando per mantenerlo rinnega sé stessa per compiacere l'altro.

Trovandosi Sole e Giove in casa ottava l'invito sembra dunque essere abbastanza chiaro.

"Se vuoi ristabilire un equilibrio sano e duraturo, dovrai prima sbarazzarti di ogni pensiero, paura e condizionamento inconscio, altrimenti verrai costantemente stuzzicato e provocato da fattori esterni che avranno lo scopo di far tremare le mura dietro le quali ti proteggi per mantenere un'effimera ed illusoria pace"

Di cosa avete dunque realmente paura?
Cos'è che detestate?
Chi continuate a giudicare?
Quel'è il vero male che vi portate dentro?
Chi veramente deve venir condannato e chi liberato?
Insomma.. quali sono i vostri demoni interiori?

L'Arcangelo Michele viene rappresentato con una Bilancia in mano non a caso, ed ancora non a caso viene festeggiato a pochi giorni dell'equinozio di Autunno.
Lui fu colui che secondo il credo cristiano sconfisse Satana difendendo la fede in Dio per ristabilire giustizia.
Si narra che Lucifero (che poi significa portatore di Luce) fu condannato per la sua superbia ed arroganza, convinto di essere allo stesso livello di Dio.

Vuol pertanto dire che se noi ci riteniamo al suo stesso livello veniamo puniti ed andremo all'inferno dove Lucifero (o Satana che fa più paura) ci accoglie a braccia aperte nelle fiamme del suo regno?

No di certo. Questa è solo la manipolazione religiosa che ci ha reso schiavi di una credenza nata con l'unico scopo di spaventare l'umanità allontanandola dal suo stesso potere per renderla più manovrabile.

Ma non è comunque del tutto sbagliato.

Noi, è vero, siamo vittime della nostra superbia e del nostro Ego che ci regala effimeri piaceri che ci illudono di conquistare una gioia eterna, desideri che in verità ci tengono legati ad una continua insoddisfazione perché ci tengono ancorati ad un'illusione terrena.

Quella legata all'avere piuttosto che all'essere.
Quella legata ad un'identità personale, che ci divide dall'altro e dalla consapevolezza di essere tutti UNO e legati da un'energia che non è che abbiamo rinnegato, ma che piuttosto abbiamo dimenticato.

Non veniamo puniti in quanto condannati di essere superbi, e non veniamo affatto puniti!
Siamo solo noi a "pagare" e ad impedirci di conquistare la vera felicità perché ci focalizziamo nella direzione sbagliata.
E' questa la vera punizione, e non ci viene affatto afflitta da Dio, ma solo da noi stessi e dalle nostre scelte condizionate dalla paura e dalla perdita della consapevolezza su chi siamo realmente.

Ed è dunque arrivato il momento di fare delle scelte e di trarre le nostre conclusioni.

Il momento di fare giustizia dentro di noi, e di smettere di giudicare il Cristianesimo o le altri religioni per quello che hanno fatto o non fatto, detto o non detto, o che continuano a fare e dire.

E'  davvero inutile pubblicare in Facebook tutte le atrocità commesse dagli altri giudicandoli con aggettivi che continuano a mantenere viva la realtà che ci illudiamo di combattere. (ogni parola ha una vibrazione potente, e noi siamo dunque responsabili di ogni parola che pronunciamo e scriviamo)

Ogni scelta sbagliata fatta nel passato è stata condizionata dalla paura e dall'ignoranza.
Non ha davvero senso continuare ad accanirsi sull'altro e sugli errori dell'umanità nel passato e nel presente.
Perché non seguiamo allora l'invito riservato al Segno della Bilancia?

"Riflettendoti nell'altro troverai te stessa"

In sintesi.. giudicando l'altro giudichi te stesso.
Amando l'altro per quello che è riuscirai ad amare anche te stesso.

E dunque... Cosa possiamo fare noi per cambiare qualcosa?
E' questo a cui dobbiamo pensare!

Michele Arcangelo con la sua spada non vuole affatto sconfiggere il diavolo in noi, non vi è nessun diavolo, ma solo scelte basate sulla paura di non essere mai abbastanza se non possediamo qualcosa o qualcuno, se non veniamo riconosciuti per come veniamo visti.

Lui ci invita a dare un taglio netto con il passato e a sconfiggere le nostre paure. Ci vuole solo liberare dall'illusione del male che null'altro si basa sulle scelte che tutta l'umanità ha fatto nel corso dei secoli, e liberare anche dal desiderio continuo dell'ego che come una fiamma brama e deve per forza ardere qualcosa per essere vista! Ci invita a ristabilire una giustizia interiore, valutando attentamente con coscienza e consapevolezza se davvero esiste l'errore, o se invece... ogni sbaglio fatto da noi e da qualunque altro non aveva lo scopo di farci perdere ... per farci ritrovare. Insomma, un'altro modo per riportare la Luce... e qui ci ricolleghiamo al significato di Lucifero, portatore di Luce.

Smettiamola dunque di giudicare e criticare l'altro.
Non sta a noi fare giustizia Divina.
Smettiamola anche di giudicare noi stessi, ma utilizziamo l'energia del momento per discernere non tanto  il giusto dallo sbagliato, ma quanto più comprendere cosa ci fa realmente bene e cosa può impedirci invece di raggiungere una gioia eterna.

Con il segno del Capricorno che ascendeva ad est al momento dell'equinozio, il lavoro non sarà semplice e dovrà essere quotidiano. Il capricorno non si sceglie mai una sfida semplice.
Dobbiamo riconquistare una fede perduta ed i frutti non saranno immediati.

Per risvegliare le nostre emozioni più inconsce e soprattutto quelle legate alla paura che poi ci spingono a giudicare l'altro per difendere le nostre stesse paure, dobbiamo entrare in contatto con le nostre emozioni dolorose. Emozioni che spesso e volentieri si lasciano sepolte.
E sono proprio loro ad assumere quel ruolo malefico dentro di noi, convincendoci a livello inconscio di essere guidati dal male e non meritevoli d'amore, giudicati da Dio ed attesi da Satana.

Ma queste sono solo credenze collettive che si basano su scelte e su manipolazioni subite centinaia di anni fa. E come il seme ha bisogno di tempo per germogliare, anche le paure di un tempo mostrano i loro frutti nel presente che noi ora viviamo.

L'invito pertanto è quello di rivolgerci dentro noi stessi e di osservare attentamente quello che pensiamo dell'altro e della realtà che ci circonda, perché in verità ci sta mostrando quello che noi pensiamo di noi stessi nel profondo dando utili indizi su cosa lavorare, cosa lasciare andare e cosa lasciar invece maturare a nuova vita.

Buon equinozio a voi,

che possiate sempre e comunque godere delle bellezze del creato e riusciate a ritrovare questo bellezza riflessa dentro di voi.
La luce brilla, non deve ardere nulla, e noi tutti siamo già Luce, dobbiamo solo ritrovarla e mantenerla dentro di noi.

Claudia Sapienza


sabato 17 settembre 2016

KARMA, ASTROLOGIA ED INFLUENZE PLANETARIE



Ieri ho avuto un consulto importante molto legato alle ferite karmiche seppure la persona sta lavorando duramente con ottimismo e fiducia per raggiungere un obiettivo. 
Allora oggi vorrei parlarvi del Karma legato all'Astrologia. Innanzitutto ci tengo a precisare che ci sono tantissimi metodi interpretativi che analizzano nel dettaglio la vostra carta del cielo personale, e sono tutti giusti! 
Essi valutano le vibrazioni planetarie prendendo sempre in considerazione le tensioni che l'Anima deve vivere in questa incarnazione. 
Sappiamo bene quanto la nostra infanzia influenzi tutt'ora il nostro quotidiano, determinando le scelte che facciamo, e portandoci ad attirare un partner piuttosto che un altro, ricreando spesso il rapporto intimo che abbiamo visto nei nostri genitori, od attirando il completo opposto. Le tensioni che viviamo oggi, vengono riflesse all'esterno, ma sono sempre nate dalle nostre personali percezioni. 
Percezioni che noi siamo indotti a sviluppare influenzati dalle energie planetarie al momento della nostra nascita, attivate da transiti e progressioni.
"Come in cielo così in terra" noi siamo la manifestazione psicologica, emotiva e fisica della posizione dei pianeti all'esatto momento della nostra nascita. E' ormai nota a molti la teoria che siamo noi a scegliere i nostri genitori prima ancora di nascere, in quanto il rapporto che sviluppiamo con loro ha lo scopo di innescare delle possibili ferite con l'unico scopo di spingerci verso un evoluzione, e lo stesso vale per i nostri genitori.Ferite per alcuni assai difficili da sopportare e vivere. 
L'astrologo che pratica ed utilizza l'Astrologia Psicologica, offre delle illuminanti chiavi di lettura e comprensione della psiche umana. 
L'Astrologia karmica a differenza prende in considerazione un vissuto antecedente alla vita attuale, analizzando traumi e condizionamenti più in relazione ad un lontano passato che si manifestano poi nella vita attuale, partendo proprio dalla nostra prima infanzia ed in relazione ai nostri genitori. Una non è migliore dell'altra, lo scopo di entrambi è aiutare la persona a comprendersi e liberare il suo potenziale.
Innanzitutto ci tengo a precisare che quando mi riferisco al Karma non mi riferisco affatto all'antico proverbio "Qui ventum seminabunt et turbinem metent" (chi semina vengo, raccoglie tempesta), mi riferisco piuttosto ad una memoria ancestrale, profondamente radicata nella memoria cellulare. Prendendo dunque in considerazione la reincarnazione, se una persona in una vita precedente fosse stata vittima di una brutale ingiustizia al punto di non essere riuscita a gestirla emotivamente, reincarnandosi potrebbe ancora manifestare quella condizione in cui continua a vedersi come una vittima, autoconvincendosi di non meritare una vita migliore.
Ma parliamo di Karma ed Astrologia.
Se il nostro tema Natale indica delle dinamiche psicologiche legate ad un possibile vissuto antecedente a questa vita, è pertanto possibile portarlo alla luce. E com'e' possibile riportare alla luce un esperienza vissuta in un altra vita? Ricreandola nella vita attuale. Non tanto viene ricreata l'esperienza, quanto più le emozioni ad essa collegate. La vibrazione planetaria del nostro tema natale se consideriamo la lettura karmica, ricrea la realtà collegata ad una vita precedente affinché l'anima ancora ancorata ad un vecchio ego, rivivendola, la possa riconoscere per poi trasformarla. Dunque per poter ricreare tale dinamica occorre nascere nel momento perfetto, nella famiglia perfetta, nella cultura perfetta ed incontrare le difficoltà perfette che ci aiutino ad entrare in contatto con ferite antiche, ed il cosmo dirige l'orchestra planetaria alla perfezione. 
Facciamo un esempio. Se un anima in un altra vita si é sentita ripudiata, la vibrazione che ancora emana farà si che nascerà nell'esatto momento in cui sarà presente quella vibrazione nel cosmo. E nascerà in una famiglia dove uno o entrambi i genitori la rifiutano, o per lo meno questa sarà la sua percezione. Il rapporto genitoriale pertanto diventa "solo" una conseguenza. In questo caso Karma e vita attuale sono strettamente legati!
Ma io ho anche un altra teoria che non necessariamente é legata alla reincarnazione...
Prendendo in considerazione che siamo tutti uno e che non siamo affatto quello che crediamo di essere, non sarebbe dunque possibile che stiamo vivendo le dinamiche che un Anima ha lasciato in sospeso? 
Perché l'essere umano si focalizza sempre e solo su se stesso? 
Le mie azioni non hanno forse conseguenze sulla vita altrui?
Se ereditiamo malattie genetiche dai nostri antenati, non è possibile ereditare anche emozioni lasciate in sospeso?
E se quello che noi stiamo vivendo, convinti di essere legato alla nostra vita precedente, fosse solo l'eco della vita di qualcun'altro, una vibrazione rimasta li.. nella dimensione astrale, mentre l'Anima che ha lasciato il corpo ritorna alla Luce?
Cosa succederebbe se noi, nascendo in un determinato momento, ben preciso e non a caso, indossassimo quelle vibrazioni identificandoci con esse?
Le sentiremmo talmente nostre ma potrebbero non esserlo affatto.

martedì 13 settembre 2016

LUNA PIENA IN PESCI: per liberare i sogni ci vuole coraggio!






Per vivere i propri sogni, ci vuole coraggio! e per liberarli bisogna liberare anche antiche ferite!

Questa splendida Luna Piena sarà visibile perfettamente ai nostri occhi nel suo culmine che avverrà alle 21.03 del 16 settembre 2016, momento in cui potrete raccogliervi in silenzio per accoglierla anche dentro di voi.

Ci troviamo a metà strada della scorsa lunazione,  e se abbiamo piantato con amore il nostro seme prendendocene cura ogni giorno, possiamo ora cogliere i frutti del nostro impegno.

Ma il profondo cammino di rinascita interiore continua e si focalizza ora sulle ferite dell'Anima collettiva.

La dolce e sensibile Luna nel segno dei Pesci si oppone all'energia solare che splende nel segno della Vergine, illuminandola a sua volta la Luna, che splendente nei cieli notturni è visibile solo grazie alla luce solare.

Qualcosa deve essere illuminato! ed ha a che fare con le nostre emozioni profonde, inconsce e collettive, radicate nella psiche umana. Prendersi cura delle nostre ferite è tra l'altro molto importante, perché se la nostra Anima non riesce a guarire riconoscendo e comunicando le sue emozioni, il Sole in opposizione nel segno della Vergine diventa critica ed invidiosa del successo altrui. Questa opposizione sarà particolarmente importante dunque per l'evoluzione umana

Ma anche particolarmente intensa perché nell'esatto momento della Luna Piena i due luminari splendono nelle rispettive case dei segni zodiacali dai quali sono ospitate, ponendo maggior enfasi su Ego ed Anima, sul Servizio e sulle ferite, sul controllo emotivo e sull'empatia, sul benessere del corpo emotivo e di quello fisico. Opposizioni che devono venir integrate fra di loro.

Ma non solo, l'evento sarà accompagnato da un eclissi lunare parziale, pertanto abbiamo la possibilità di inviare la fine di un ciclo. Ma non abbiate fretta, perché i grandi cambiamenti avvengono sempre nel tempo.

Abbiamo visto nella scorsa lunazione quanto sia importante di-sidentificarsi dall'Ego per far riemergere la Luce, dis-identificandoci nel contempo da quel continuo bisogno di giudicare della nostra mente, per liberarci da un Ego che per definirsi deve per forza ritenersi migliore di qualcun'altro.

Osservare con distacco se stessi e le proprie ferite diventa ora più indispensabile che mai, soprattutto per chi ha scelto di intraprendere un cammino Spirituale mettendosi al servizio del Divino nel quotidiano.

Ma osserviamo la collaborazione dei pianeti più importanti coinvolti con questa Luna Piena.

Analizzando approfonditamente il cielo così come si presenta (e soprattutto prendendo in considerazione i Nodi Lunari, Sole e Luna ed i Pianeti con i quali sono coinvolti), mi vien da considerare attentamente il destino karmico dell'umanità, o più che destino... la responsabilità dei nostri atti.

Innanzitutto Kirone (che indica le ferite) non solo è congiunto alla Luna ma anche opposto al Sole, invitando ad un riconoscimento delle ferite della nostra Anima, affinché possano riemergere per trasformarsi. Ogni ferita ci aiuta a crescere e a sviluppare l'empatia, dono necessario per chiunque scelga di essere di aiuto al prossimo. Accoglietele dunque con coraggio e come dono, osservandole come fossero acqua.

Marte quadra i luminari mentre Saturno i Nodi Lunari, ed entrambi si trovano in casa ottava. La casa di Ade, dimora dell'inconscio.

Avventurarsi in un introspezione profonda richiede enorme coraggio, dobbiamo per forza entrare nel mondo di Ade per andare ad affrontare ferite che spesso non vogliamo vedere, ferite che verranno accentuate dall'eclissi parziale lunare, dalla presenza di Kirone e dalle tensioni di queste quadrature affinché possano da noi venir percepite.

Dobbiamo avere il coraggio e la saggezza di osservare il corso degli eventi che hanno segnato la storia che (forse) noi non abbiamo vissuto in prima persona.
(e non sottolineo forse).

L'umanità nel corso dei secoli si è troppo identificata con la massa, spesso guidata da un credo ed una religione come se quella fosse l'unica via per la salvezza, come se servire un Dio potesse garantirci l'entrata in Paradiso.

Non tanto importa di quale religione stiamo parlando, perché nessuna religione è stata mai creata da Dio. Fatto sta che quel Dio è diventato il nostro giudice supremo, dovevamo conquistarci l'entrata nel giardino dell'Eden ad ogni costo.

E cosi abbiamo rinnegato noi stessi, i nostri sogni, le nostre speranze ed i nostri desideri in quanto ritenuti futili e privi di senso in una vita terrena che comunque prima o poi avrebbe visto la fine.

I nostri sogni, ed il piacere della vita fine a se stesso veniva considerato diabolico e chiunque ne seguisse l' impulso veniva considerato posseduto dal demonio, le donne soprattutto!
Come se godersi la vita significasse rinnegare Dio stesso che l'ha creata, (se ci pensate bene è davvero assurdo!)

Ed è cosi che nacque il senso di colpa più radicato nella psiche umana: il senso di colpa nei confronti di Dio, di un Dio che giudica e punisce. Ma questo Dio non esiste affatto, esiste solo nell'inconscio collettivo, ma questa immagine è talmente radicata nella psiche umana da dominare tutt'ora le nostre scelte.

La manipolazione è stata tale da non indurre mai in tentazione.

Rischiare non ne valeva la pena. Ce l'hanno mostrato i pochi che rischiarono offrirono ai nostri occhi una visione agghiacciante.
Anime coraggiose usate per confermare questa assurda profezia bruciarono tra il fuoco e le fiamme, (simboli legati a Satana e all'inferno), scoraggiando i pochi impavidi che non avessero l'altrettanto coraggio di Giovanna d'Arco o Giordano Bruno, (solo per citarne un paio).

Eppure l'inquisitore stesso era convinto di questa assurdità e probabilmente la temeva a tal punto da soffocare per vite e vite il suo grande desiderio di libertà continuando a diventare schiavo di un Dio che non esiste.
Non bisogna pertanto giudicare nessuno, e soprattutto non bisogna giudicare la paura.
L'inquisitore poteva facilmente essersi lasciato alle spalle una vita da eretico ed essere stato bruciato sul rogo.

Insomma, il messaggio pareva essere chiaro: "Se vivi i tuoi sogni e difendi il tuo credo diverso dal pensiero di massa, diventi eretico e andrai all'inferno. "

Ma ora questa opposizione tra i due luminari ci chiede di andare a riconquistare i nostri sogni e di manifestarli nella nostra vita quotidiana prendendoci cura di noi stessi, e del corpo che ci ospita. Solo allora potremo davvero diventare strumenti divini.

Congiunto al Nodo Lunare Nord, che indica la direzione dell'Anima troviamo Mercurio retrogrado fino al 22 settembre che ci incoraggia a ri-analizzare il progetto del nostro ruolo nel Mondo, mentre Giove appena entrato in Bilancia richiama alla giustizia, alla diplomazia ed alla correttezza verso gli altri ma anche verso noi stessi! Spirito e Materia devono trovare il giusto equilibrio per permettere all'Anima di manifestarsi nella sua pienezza.

Urano congiunto ad Eris si trova in casa dodici, dalla nostra psiche profonda deve riemergere un nuovo guerriero, una volta che abbiamo riconosciuto in noi il distruttore che ha contribuito alla distruzione dei sogni dell'Umanità.

Insomma... Se prima avevamo a che fare con il giudizio da parte dell'Ego, ora abbiamo a che fare con qualcosa di molto più radicato nella psiche umana collettiva. Il giudizio da parte di Dio.

Questo tipo di rivoluzione diventa scottante e assai pericolosa, si rischia molto meno volentieri, soprattutto a livello inconscio.
"E se poi finisco davvero all'inferno o vengo giustiziato? Val davvero la pena rischiare in una vita che tanto volgerà al termine?" Queste sono le domande che si pone l'inconscio e l'Anima ferita ed impaurita.

Più cerchiamo di rincorrere i nostri sogni, più incontriamo ostacoli. Vi siete mai chiesti perché? perché realizzare i propri sogni e desideri, è molto rischioso, è forse più saggio proteggerci dalle fiamme e dalla tortura.

Ma il mondo è stato costruito su idee sbagliate che stanno crollando, che devono crollare per fare spazio al nuovo. Ogni Anima nata in questa Era è stata chiamata a fare qualcosa! Perché PUÒ fare qualcosa! Non sarà di certo facile, ma dobbiamo tutti fare qualcosa. 

Non preoccuparti dell'altro, chiedi a te stesso cosa TU puoi fare, perché è arrivato il momento di affrontare questo fuoco con coraggio! La sfida non è e non sarà semplice, non lo è mai quando c'e' di mezzo Saturno, ma intraprendere questo cammino è necessario se vuoi far parte di quel gruppo di Anime Luminose che liberando i propri sogni e la propria Essenza affrontando le loro ferite inconsce, aiutando poco alla volta gli altri a fare altrettanto.

Ricorda, solo quando libererai la tua Anima da ogni condizionamento potrai sentirti veramente libero ed un utile ed indispensabile strumento divino.

Dobbiamo anche farci un profondo esame di coscienza, soprattutto chi lavora per la Spiritualità.

Servi Dio ed il creato incondizionatamente senza aspettarti nulla in cambio, o è il tuo Ego ad assumere questo ruolo in cerca di approvazione divina e riconoscimento da parte degli altri?

vi lascio con questa riflessione...

Buona Luna Piena

Claudia Sapienza


(da prendere sempre in considerazione che non per tutti queste parole sono da prendere alla lettera, qui si parla di inconscio e sfide collettive, solo alcuni di noi verranno chiamati ad intraprendere questo viaggio, ed ognuno di loro in modalità diverse. Dipende sempre dal proprio tema natale di nascita. Il cielo attuale indica solo a che punto siamo e cosa possiamo fare per proseguire lungo l'evoluzione collettiva ed individuale. Ma ognuno di noi ha il proprio ruolo, anche le anime che ci provocano e non seguono - apparentemente -  alcun cammino Spirituale, in realtà ci stanno stimolando a reagire per evolvere focalizzandoci altrove) 



giovedì 8 settembre 2016

GIOVE IN BILANCIA: Scegli con saggezza per ristabilire la pace interiore



"Eccomi cara Bilancia, so che mi aspettavi con ansia! tu più di tutti. Chissà cosa ti aspetterai da me... fammi un po' vedere nella sfera magica... vediamo.. vediamo.. Vedo per te all'orizzonte un nuovo amore.. sarà vero? "

Giove, il Dio del Cielo, il pianeta che tutti attendono sempre con gioia farà il suo ingresso nel segno della Bilancia il 9 Settembre 2016 alle 13:18 e vi rimarrà fino al 10 Ottobre 2017.

Il suo ingresso nel segno sarà plateale, alto nel Cielo splenderà non visibile ai nostri occhi, ma sicuramente in tutto il suo Splendore non tanto lontano dal Sole. 

"Eccomi, sono qui!" - Fiero nel suo splendore ripete ancora. "So che molti di voi mi stavano aspettando! non solo tu cara Bilancia, (tra l'altro.. grazie per la tua ospitalità! Mi hai liberato dall'esilio, è stato un po difficile per me non potermi espandere con tutta la mia forza, ma sono sicuro di aver svolto bene il mio lavoro sotto le direttive della cara Vergine).

Lo so che da me avrete molte aspettative, le tensioni che state vivendo negli ultimi anni vi portano a voler desiderare finalmente un po' di pace e leggerezza e chi meglio della Bilancia può portare un po' di equilibrio e serenità interiore.
Ma ricordate.. io sono esigente, no non come Saturno, lui per mostrarvi la realtà e curdo e diretto! Io vi mostrerò anche la verità di chi siete veramente, ma lo farò in modo diverso, potrei anche abbagliarvi, attenti a non cedere alle mie lusinghe.
So chi siete e so cosa potete fare. Vediamo quanto siete disposti a puntare sulla roulette della vostra vita! Vediamo se la fortuna vi sorriderà come io vi sto sorridendo ora"

Giove è sempre stato considerato il Pianeta della Fortuna, del Successo e della Fama, ma anche il giudice supremo. Gioioso ed ottimista ci invita all'espansione e ad esplorare nuovi orizzonti. Nel segno della Bilancia chiede giustizia.
La sua massa è più grande di tutti i pianeti messi insieme, se fosse stato solo un po' più grande sarebbe stato considerato la seconda stella del nostro sistema solare. 

Ho più volte scritto nei miei articoli quanto sia vitale per noi dis-identificarci dal proprio Ego per riconnetterci con la nostra Anima e la nostra vera Essenza, per comprendere chi siamo veramente e quale sia la nostra vera missione su questa terra, e credo che in questa era, l'invito sia costante e quotidiano. Credo che vengano riportate alla Luce dinamiche e credenze tramandate da generazione in generazione affinché vengano viste, affrontate e trasformate. Le mie esperienze e le conoscenze acquisite fin qui mi hanno portato a comprendere che noi viviamo in una realtà creata dai pensieri e dalle emozioni di chi ci ha preceduto, e che pertanto siamo responsabili della realtà che lasceremo in eredità ai nostri figli. Un punto di vista questo altamente condiviso da molti di voi.

Il mondo è in subbuglio, tutto sembra crollare, Plutone in Capricorno sta facendo tremare anche le basi più solide. Il grande rivoluzionario, Urano in Ariete, ci invita ad una presa di coscienza e ribellione personale. Nettuno nel segno dei Pesci ad un espansione Spirituale attraverso la guarigione delle nostre stesse ferite con la congiunzione a Kirone, mentre Saturno e Marte ancora in Sagittario ci invitano ad un'espansione maggiore, avvolgendo in un "tenero" abbraccio la Luna che tanto desidera espandersi per sentirsi finalmente felice e libera  dai condizionamenti ricevuti.

Ma tutto questo crea tensione dentro di noi. Deve per forza farlo, altrimenti addormentati in ruoli che non ci appartengono da vite, non cercheremmo mai un cambiamento. La nostra verità, chi siamo e chi desideriamo essere rimarrebbero assopiti in profondità e noi proseguiremmo a vivere le nostre vite nella routine inseguendo desideri quotidiani ed adattandoci ad una vita che non ci appartiene. 
Invece no! Dobbiamo renderci conto che abbiamo sempre una libertà di scelta! E Giove in Bilancia ora ci invita a scegliere, a ricreare una pace interiore ristabilendo giustizia laddove necessario. 

La collaborazione tra i pianeti non manca mai.
Marte, Saturno e la Luna in congiunzione, nel momento dell'ingresso di Giove nel Segno della Bilancia si trovano a transitare la prima casa invitandoci ad espandere con coraggio la nostra vera personalità, i nostri desideri, mostrando la nostra volontà con coraggio, sostenuti da Urano in trigono che ci invita a ribellarci ad un ego che non ci appartiene. La tensione da parte di Nettuno in quadratura a Saturno, Marte e la Luna ha lo scopo di farci ribellare da credenze religiose che ci hanno limitato ad esprimerci apertamente.

Insomma.. veniamo davvero spinti a trasformare radicalmente la realtà nella quale viviamo, per ricostruirne una più consone alla nostra vera natura e desideri. Ed il processo non potrà di certo essere privo di ostacoli e sfide da superare. Ostacoli che solo la nostra mente si è auto-imposta perché convinta che non vi era altra scelta che adeguarsi alle scelte altrui o dei nostri genitori, alla cultura o a credenze che non ci appartengono, difendendosi dietro la paura di mostrare chi veramente siamo.

E' arrivato il momento di fare chiarezza, di sapere di poter scegliere per raggiungere una pace interiore.

Ma saranno davvero rose e fiore per i segni d'aria soprattutto?

Giove di transito illumina ogni pianeta con il quale entra in contatto nel vostro tema natale, espando l'energia che trova.

Se troverà coraggio, fiducia e chiarezza, le illuminerà espandendole ulteriormente. Se al contrario troverà rabbia repressa, tristezza ed apatia saranno queste le emozioni che andrà ad espandere ed illuminare, affinché vengano viste e riportate in superficie per ristabilire un equilibrio interiore, invitandovi a fare una scelta. 
Che sia attraverso l'espansione di tensione o gioia, è sempre l'espansione della nostra Anima che Giove vuole incitare.

Attenzione però, perché come ogni pianeta, anche Giove ha il suo lato ombra, e potrebbe essere quello degli eccessi. Eccessiva fiducia, eccessiva esagerazione, luccichii ed illusioni (un po' come per Nettuno, ma piuttosto illusioni portate da false speranze e da troppa fiducia nate dall'ego, più che dall'Anima. Ascoltate Mercurio e scegliete con saggezza.

Insomma... La scelta, l'equilibrio, la quiete interiore, e la giustizia verranno chiamati in causa durante questo transito. Anche a livello collettivo!
E' anche arrivato il momento di comprendere e rispettare le scelte altrui, anche se non le condividiamo. Non sta a noi giudicare, vi è sempre una legge Universale che governa tutto il creato. Dobbiamo piuttosto comprendere che l'altro riflette sempre l'immagine che noi abbiamo di noi stessi, ed è da questa visione che dovremo fare le nostre nuove scelte.

E' arrivato il momento di fare giustizia, ma non fuori di noi, piuttosto dentro! Dunque non siate i giustizieri delle vite e delle scelte altrui, concentratevi sulla vostra, focalizzatevi su di voi! Non su fattori esterni, mai.
Non possiamo cambiare il mondo, possiamo solo cambiare noi stessi! Non sta a noi far ragionare gli altri, possiamo solo far ragionare noi stessi.
In questo lungo processo (talvolta difficile e doloroso) di conoscenza interiore, non dimenticate di focalizzarvi sulle bellezze della vita! Gioite, create la bellezza attraverso l'arte e ritrovatela dentro di voi. Siate voi la Bellezza che volete incontrare e vivere.

Osservate la vostra vita, ed osservate quello che gli altri vi comunicano di voi stessi, ma anche quello che la realtà circostante vi trasmette. Osservate chi siete diventati grazie alle scelte del passato, e sopratutto con l'aiuto di Mercurio retrogrado fino al 22 settembre ri-valutate e ri-analizzate le conseguenze delle vostre scelte. Approfittate di questo periodo per rispecchiarvi negli altri e nella vita stessa.
Siete quello che siete per le scelte che avete compiuto nel passato, chiedetevi pertanto se siete felici e se state vivendo la vostra vita e la vostra missione. 

Non condannatevi per le scelte fatte. Erano le scelte più giuste che potevate fare in quel momento, e se poteste tornare indietro con la consapevolezza di allora, le rifareste comunque.

Non focalizzatevi sul futuro chiedendovi cosa può rendervi felici e soprattutto non focalizzatevi sulla fama, il possesso e la lussuria, su gioie che vanno a soddisfarvi solo momentaneamente, continuando a tenervi ancorati a soddisfare un desiderio dopo l'altro senza mai farvi sentire veramente completi,  felici ed in pace. 

Cercate di scegliere con saggezza, è la vostra Anima che dovete soddisfare, non il vostro Ego.

Focalizzatevi sul qui ed ora! Su di voi, e non sugli altri!
E' nel presente che dovete ristabilire un equilibrio interiore!
E' oggi che potete fare le scelte giuste e sarà così ogni giorno, in quel preciso momento.

E' arrivato il momento di scegliere e di farlo con consapevolezza assumendovi ogni responsabilità, è arrivato il momento di riconquistare una quiete interiore, sana, forte, stabile e duratura!

"...Vedo per te all'orizzonte un nuovo amore.. sarà vero? " Si, se saprai osservare e scegliere con saggezza!

Claudia Sapienza