mercoledì 21 febbraio 2018

LA VITA TI SOSTIENE!



La vita ti sostiene sempre! Ma per sentirlo ogni tanto ti devi fermare ed ascoltare.

Il 20 Febbraio alle 20:12 La Luna è entrata nel Toro e pertanto potremmo invitati a contemplare un po' il silenzio connettendoci ad un ascolto profondo al fine di poterci riconnettere con noi stessi e con la vita nella sua forma! Il toro ama godersi la materia, e sperimenta l'esistenza attraverso i cinque sensi, in questi due giorni dunque potresti dedicarti al silenzio, all'ascolto di buona musica, o potresti decidere di voler essere creativo in cucina, così potrai pure goderti con gusto il cibo preparato con cura.
Potresi sentirti spinto a suonare o cantare, soprattutto perché sarà in sestile al suo pianeta governatore che ancora vibra nel segno dei Pesci.
o potresti semplicemente pensare di fermarti un attimo. Rallentare il passo, prestare particolare attenzione al tuo corpo, ai profumi che ti circondano, al suono dell'acqua ed il canto degli uccelli. Potresti decidere di contemplare Madre Natura ed osservare come lo Spirito si manifesta in cotanta bellezza assumendo la forma di un albero, di un fiore appena sbocciato!
si, rallenta il passo in questi due giorni... Fermati ed ascolta, Fermati e respira, fermati ed assapora la vita in ogni sua forma, concediti del tempo per fermarti e pensare al benessere del tuo corpo! Potresti pensare di prenotare quel massaggio che rimandi da tempo..

Che la tue giornate siano profondamente intense, e che tu possa beneficiare di queste pacifiche energie lunari fino al 23 febbraio alle 01:06.

Che questa vita possa nutrirti in ogni sua forma e nel silenzio profondo che sei 🌟

Ti auguro giornate gustose.

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla pagina Facebook dove quotidianamente condivido piccoli consigli

sabato 17 febbraio 2018

MERCURIO IN PESCI: Quando si lascia il passato alle spalle, bisogna cominciare a sentire.





Dal 18 Febbraio al 6 Marzo anche Mercurio transiterà nell'oceano dei sogni.

Dall' importante congiunzione con il Nodo Lunare Sud, all'appena trascorso novilunio, ora con tutto questo nutrimento volto al cambiamento Mercurio lascia il segno dell'Aquario e fa il suo ingresso nel segno dei pesci.

Sembra che il cosmo voglia regalarci un energia molto pescina e dunque intuitiva e poetica nei prossimi giorni. Un energia essenziale per run nuovo inizio!

Domani 18 Febbraio infatti anche Mercurio, il messaggero degli Dei farà la sua entrata nel segno dei Pesci alle 5:28am invitando il mentale collettivo a diventare alquanto contemplativo e desideroso di pochissime parole!

Quando si lascia il passato alle spalle, bisogna cominciare a sentire.

In questo segno secondo l'astrologia classica pare non trovarsi molto a suo agio, questo perché la mente tende a voler comprendere e a comunicare, mentre il segno dei Pesci invita a sentire e a percepire piuttosto le energie che ci circondano.

Pertanto potrebbe venir percepito un po' fastidioso da chi è abituato a voler comprendere ogni cosa con l'intelletto o a chi tende a voler controllare e mantenere le proprie credenze. Non è dunque Mercurio in sé a definire come noi reagiamo, ma siamo noi stessi a definire le sue energie in base alle nostre reazioni. Se siamo abituati a mantenere un controllo mentale, la confusione che potremmo percepire potrebbe dare alquanto fastidio, ma questa sensazione non è dovuta a Mercurio nel segno dei Pesci, ma alla nostra reazione che indica resistenza.

Vediamo dunque quale potrebbe essere il suo invito evolutivo soprattutto per coloro che lo potrebbero sentire particolarmente perché entrerà in aspetto con pianeti o punti importanti nel proprio tema di nascita.

Mercurio in questo segno diventa poetico, un musicista ma soprattutto muto (proprio come i pesci), e nello steso tempo  profondamente intuitivo.

Come dunque sfruttare in modo costruttivo queste energie?
Innanzitutto abbandonando ogni controllo mentale.

Potresti sfruttare questa energia per sederti in contemplazione e liberare la mente. Potresti decidere di iniziare quel corso di meditazione o di iniziare a meditare per liberare la mente dai mille pensieri, potresti scrivere una poesia o seguire una visione manifestandola nella forma.

Il 25 Febbraio raggiungerà Nettuno, il 28 Febbraio farà una quadratura a Marte ed il 4 Marzo raggiungerà Venere congiunta a Kirone.

Prova a seguire la spinta a non più resistere ad una nuova avventura e magari potresti pensare di sfruttare la mente creativa condividendo i tuo sogni con l'altro o dedicandoti all'arte, oppure ancora liberando la mente iniziando a danzare o semplicemente lasciandoti fluire.

In poche parole.. abbandona il controllo della mente, prova a sentire cosa si prova a non seguire i propri pensieri, prova a permetterti di sentirti confuso ogni tanto e a non dover per forza .. capire! Ci sono cose che non possono essere comprese.

In questo segno Mercurio non vuole ragionare, in questo segno il ragionamento deve piuttosto essere lasciato da parte. Non sempre dobbiamo per forza comprendere e spiegare, ci sono momenti in cui dobbiamo lasciare andare il desiderio di venir capiti, di spiegare quello che sentiamo, perché ci sono cose che non possono essere né capite né tantomeno spiegate!

Dobbiamo connetterci con il nostro intuito, fondamentale per ognuno di noi! Dobbiamo permetterci di sognare, ma non dobbiamo vivere la vita nella nostra mente per rincorrere illusioni, ma cercare piuttosto un mezzo per realizzare i nostri sogni e le nostre visioni.

Pertanto dobbiamo stare particolarmente attenti a come sfruttiamo queste energie. Ci rifugiamo nella mente iniziando a sognare la vita che vorremmo inseguendo l'ennesimo miraggio di una vita alquanto irraggiungibile illudendo noi stessi di accontentarci di immaginare il nostro sogno, oppure ci lasciamo guidare dall'intuito, abbandoniamo ogni controllo e ci lasciamo fluire fino a raggiungere il cuore, mente dell'anima che ci indicherà quali sono i veri sogni e desideri che possiamo realizzare?

Quali sono le tue visioni? Quali sono i tuoi sogni? Chi utilizza questa energia?

Una mente che ti porta nel futuro vendendo desideri che mai cerchi di realizzare, oppure lo Spirito che nel silenzio desidera trasmetterti qualcosa senza che tu la possa comprendere, invitandoti a seguire quello che senti!

Per portare chiarezza magari potremmo condividere le nostre visioni e pensieri con gli altri piuttosto che tenerli solo per noi stessi, in modo da sfruttare la complicità di Venere.

Un sogno condiviso ha più possibilità di manifestarsi in quanto si espande più facilmente prendendo più spazio, potremmo pertanto trovare alleati pronti a sostenere e condividere il nostro sogno.

Dal 18 Febbraio al 6 Marzo dunque... ascoltiamo.. e contempliamo... connettiamoci al nostro sentire, dimentichiamoci delle parole e rendiamoci conto che a volte è proprio nel silenzio che si comincia a sentire!

Contemplazione, silenzio e creazione sono le parole chiavi del passaggio di Mercurio in questo mistico segno!

Connettiti con il tuo Spirito acquietando la mente, riconnettiti con la fonte che sei abbattendo le barriere che ti separano dall'intuito profondo. Non seguire le parole, ma permetti alle parole di dissolversi completamente in questo vasto oceano dove le vibrazioni a volte hanno molto più da raccontare! Vi auguro giorni profondamente contemplativi ✨

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla mia pagina Facebook

mercoledì 14 febbraio 2018

Non ti manca proprio nulla!




Cerchiamo l'anima gemella in cerca della nostra metà,
e se ci convinciamo che dobbiamo cercare l'altra metà della mela, inevitabilmente sentiamo che manca qualcosa, che non siamo completi.

E' vero. non lo siamo
O meglio, lo siamo ma l'abbiamo dimenticato.

Da qualcosa ci siamo senz'altro separati, ma non è dalla mamma, né dall'ex compagno e né tantomeno da noi stessi o da qualcuno che abbiamo perso.

Ci siamo separati dalla fonte che tutto contiene.
Ci siamo separati dalla consapevolezza di chi siamo veramente
Ci siamo separati dall'unico sostegno e forza che ci fa sentire veramente completi, anche nei momenti più difficili della vita di un essere umano.

Ci siamo separati dalla Coscienza, chiamala Dio, Shiva, Spirito, Madre Terra, ma stai attento a darle un nome perché inevitabilmente etichetterai qualcosa che non può essere etichettato, in quanto mantiene in vita l'illusione della separazione.

Preghiamo infatti il nostro Dio, quello a cui crediamo, come se fosse in cielo, nell'universo, lì da qualche parte e senza rendercene conto lo cerchiamo fuori.

Prova a fare questo semplice esercizio.

Osserva il mondo che hai difronte a te, osserva il tavolo, le sedie, o la natura che si presenta ai tuoi occhi. Osserva anche questo schermo, tutto quello che vedi con estrema attenzione, senza dare un nome alle cose, osserva solo gli oggetti o le persone.
Quello che stai osservando è l'universo nella forma. 

Ora torna a te, nel tuo centro, e focalizzati su di te. Anche tu sei Universo nella forma.
Immagina per un attimo di essere il confine tra quello che osservi e quello che non riesci a vedere. come se fossi un confine tra quello che vedi davanti a te, e quello che non vedi dietro di te.

Poni te stesso, nella tua forma in quel confine, e poi immagina che dietro di te vi è un altro universo, uno senza forma, praticamente la copia di quello che osservi, ma senza oggetti, senza persone, senza alberi.. solo spazio vuoto ed immenso.

Davanti a te ti concentri sulla forma e sugli oggetti,
Dietro di te sullo spazio vuoto ed immenso.

Tu sei al centro.

Perché tu sei l'osservatore di quell'energia che ha preso forma e si manifesta nel corpo che vedi, ma tu in realtà fai parte dell'universo senza forma, sei lo spazio che tutto contiene.

Ti sei solo identificato nella forma a tal punto da aver dimenticato la tua origine. Pensi di essere questo corpo.
Sei talmente proiettato in avanti sulla forma, in quello che vedi e vorresti vedere, in quello che pensi di aver perso e vorresti riavere, talmente proiettato in avanti o indietro nel passato attraverso il paragone da non renderti più conto che in realtà sei il tutto che tutto contiene e non ti manca assolutamente nulla!

Dunque ora togli dalla tua immaginazione di essere il confine, e comincia ad osservare gli spazi vuoti tra gli oggetti cose o persone davanti a te.
Focalizzati solo sullo spazio, riesci a sentire come cambia la percezione interiore?

Tu sei lo spazio che contiene ogni cosa, sei lo spazio nel quale cammini, sei l'universo senza forma che ha assunto una forma, e da quella forma è nata la tua storia.

Sei talmente identificato con quella storia che continui a raccontarla convincendoti di essere quella storia, quel nome, quel desiderio o quella sofferenza.

Questa è l'illusione della mente di cui tanto si parla.

La realtà è che fai parte della Coscienza, non ti manca proprio nulla.

Non ti manca l'amore, perché sei amore!

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla mia pagina Facebook






lunedì 12 febbraio 2018

TUTTI I PIANETI IN MOTO DIRETTO fino al 9 Marzo: Liberazione emotiva per riconquistare fiducia!




Ogni volta che un pianeta è retrogrado ci lamentiamo e lo accusiamo (o li accusiamo) di rallentarci e di ostacolare i nostri progetti o il libero fluire della nostra energia. 

Bhe'.. come vi sentite in questi ultimi giorni e settimane?

Sapevate che tutti i pianeti sono ancora in moto diretto fino al 9 Marzo? 

Forse (tra le altre cose) abbiamo l'opportunità di comprendere che il sentirci ostacolati o rallentati non dipende affatto da un pianeta retrogrado, ma sempre e solo dalle nostre reazioni ad un evento astrologico ed energetico.

E' dal 2 Gennaio che tutti i pianeti ruotano in moto diretto e sembra proprio che questa energia tra un eclissi e l'altra abbia aumentato il nostro disagio interiore, forse perché siamo stati spinti a portarlo fuori, e non a reprimerlo dentro! Forse perché c'é qualcosa che dobbiamo vedere e liberare. 

Quando tutti i pianeti ruotano in moto diretto la spirale energetica è come se partisse da dentro per espandersi all'esterno. In questo particolare momento, energicamente molto intenso, la spirale si presenta come una sorta di centrifuga, come se venissimo invitati a liberare l'anima dall'accumulo di acqua di tutte le lacrime che abbiamo sepolto dentro di noi. 
(Se volete comprendere cosa viene liberato e come, consiglio la lettura di questo articolo.) 

Se doveste dunque sentire un rallentamento, ora che tutti i pianeti sono in moto diretto, forse vi viene mostrato quali emozioni inconsce ci impediscono di poter proseguire con più leggerezza.  

Sarà Giove ad interrompere il moto diretto collettivo, il 9 Marzo il grande gigante farà energicamente "stop e poi retro-marcia". Giove al momento si trova a transitare nelle intense energie dello Scorpione, e guarda caso diverse eventi tabù legati alla sessualità ed abusi sono infatti emersi un po' dappertutto. 

Energia che si è espansa all'esterno. Da dentro a fuori, da cose sepolte, bloccate e nascoste a cose rivelate alla luce del sole. 

Tenere tutto dentro serve a poco!

Il moto diretto di tutti i pianeti veniva infatti considerato dagli antichi come un momento di grande fortuna ed opportunità. 

Questo perché l'energia ci spinge in avanti, ad evolvere, ad espanderci, a sperare, a creare, e a liberare!
In questo periodo ogni nostro pensiero, azione e preghiera è come se ricevesse una spinta in più, ma così anche ogni nostra emozione, visto che viviamo un momento particolarmente intenso a livello emotivo!

Ma purtroppo noi non percepiamo come "opportuntià" le emozioni dolorose, anzi vorremmo fare di tutto per seppellire ancora ed ancora, ed ecco dunque che in questo periodo considerato benefico, noi percepiamo disagio attraverso la resistenza.

La ruota gira in avanti per tutti i pianeti e come una spirale si espande nel cosmo. E più noi resistiamo, più percepiamo questa spirale in modo negativo e doloroso.

In questo momento, dove nessun pianeta è retrogrado è il momento di espandere emozioni represse... fuori! è il momento di condividerle, di mostrarle, e di lasciarle andare.
Quando invece i pianeti sono retrogradi è il momento di entrare dentro di noi per osservare più da vicino cosa ci ostacola. Le due energie lavorano in modo diverso. Una ci porta più verso l'introspezione  e l'altra verso la condivisione  

Questo è un momento di condivisione e liberazione!

Se accogliamo bene l'invito ad espandere le emozioni represse legate al passato, quando Giove arresterà il suo moto diretto per rivolgersi dentro potremmo riconquistare una fiducia (Giove) che credevamo ormai persa.
Una fiducia intensa  che darà più spazio all'energia dello Scorpione di portarci ancora un passo più in profondità alla ricerca della perla sepolta dentro ognuno di noi. Lo Spirito che siamo. 

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla mia pagina Facebook

Ama il dolore quanto la gioia

"Siamo talmente alla ricerca della felicità, 

da non accettare nessun'altra emozione"


Visto le forti emozioni che veniamo spinti a riconoscere in questo periodo assai particolare, ripropongo l'articolo sulle emozioni, in quanto è di vitale importanza riconoscerle e soprattutto lasciarle fluire liberamente e senza controllo o giudizio alcuno.

L'essere umano è fatto di emozioni, e pertanto per vivere deve per forza riconoscerle, onorarle ed esprimerle.

La New Age però (e tante discipline spirituali) insegnano piuttosto a rinnegarle cercando di convincerci che non sono realtà, ma che fanno parte solo dell'illusione dell'Ego, . E non dico che non sia vero! Secondo la mia esperienza lo è eccome.

Le emozioni dolorose fanno parte della mente, ma è la mente stessa a non accettarle e reprimerle e proprio perché le considera negative in quanto fanno soffrire.
Questo perché la mente ci dice cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa negativo e cosa positivo. Dunque qualsiasi cosa che interpreta come negativa ce la fa percepire attraverso un emozione di sofferenza.

Però quella sofferenza viene percepita come reale! E dunque sminuire tale sofferenza non fa altro che procurare maggiore sofferenza nella persona che non si sente compresa, anzi potrebbe addirittura farla sentire inefficiente e debole nel reprimerle.
E' come se stessimo vivendo un sogno, ma nell'istante esatto in cui lo viviamo lo percepiamo come realtà. Un po' come quando sognavo i dolci.. ! vi è mai capitato? Riusciamo pure a percepirne il gusto e ce lo ricordiamo perfettamente al nostro risveglio. Dunque queste emozioni sono reali eccome per chi le prova!
Dire a chi soffre, "la tua sofferenza non è reale, è solo un illusione" è assai controproducente per la crescita dell'individuo e l'evoluzione dell'Anima, e non fa altro che far sentire la persona inadeguata.. ancora ed ancora! Dire invece: "libera le tue emozioni, osservale, lasciale fluire senza alcun giudizio, accettale, lasciale fluire e connettiti con il tuo respiro", ha tutt'altro sapore.

Se ti connetti con il respiro ti connetti con il qui ed ora, con il tuo Sé, e ti farai meno travolgere dalla mente e dalle emozioni.

Oltre che far sentire la persona inadeguata qualora non riuscisse a reprimerle, la si fa sentire probabilmente debole e forse non meritevole dell'illuminazione o del regno dei cieli,  non si sente accolta dall'altro, o da Dio, e questo perché si sente in qualche modo sbagliata e di conseguenza non si sente amata ed ascoltata per quello che prova. E quel che prova in quel momento è tutt'altro che un illusione, è reale eccome! E merita molta attenzione e riconoscimento!

Il dolore è reale, fa parte della vita umana, ma quando lo proviamo tendiamo per di più a sentirci a disagio, sperando che passi il più presto possibile! Non bisogna aspettare che passi, bisogna osservarlo e lasciarlo fluire.

Pensiamo di essere andati oltre la religione Cristiana, pensiamo davvero di vedere con più chiarezza la verità, e ci illudiamo e nascondiamo tanto quanto si nasconde un Anima che si ritira in un convento per offrire le sue sofferenze a Dio, reprimendole.

Alcune pratiche e filosofie spirituali ci insegnano a meditare per placare la mente, ci insegnano a sforzarci per riconnetterci all'Anima, ci insegnano a diventare più forti, ma non ci insegnano ad abbracciare le nostre ferite, a riconoscerle, a sentirle, ad amarle ed accettarle 

E' vero! Lo scrivo spesso anch'io nei miei articoli. "non siamo quello che pensiamo di essere, dentro di noi abbiamo già tutto, siamo Pace, Luce ed Amore, siamo divini, non siamo dolore e non siamo il nostro Ego, né la nostra mente o emozioni", ma lo siamo fino a che non lo accettiamo! mai sentito il detto...Ciò a cui resisti, persiste?

Fuggire in meditazione e frequentare ritiri spirituali per rinforzare la mente, senza riconoscere le emozioni umane diventa una fuga dalla mente stessa, che prova sofferenza affinché quella sofferenza possa liberarsi e l'anima rigenerarsi dalla sofferenza stessa trasformando le energie in profondità. La nostra Anima è collegata alle altre, è energia, è sentimento più che emozione. E' lo Spirito ad essere Luce ed Amore incondizionato, ma l'Anima è quella parte di noi che vive l'esperienza umana attraverso l'ego. Lo Spirito invece è il nostro Sé, e pertanto non possiamo affatto ignorarlo ma invitarlo in questo processo, altrimenti sarà l'ego a prendere il sopravvento.

Dobbiamo infatti fare molto attenzione a non diventare l'emozione! Perché l'emozione appartiene alla mente e noi non siamo la nostra mente! Noi siamo Spirito innanzitutto, ed è con lo Spirito che dobbiamo identificarci per poter abbracciare il dolore e l'emozioni, altrimenti diventiamo l'emozione e ci connettiamo solo con la mente.

L'emozione è energia in movimento! come lo dice la parola stessa in inglese "E(energy)-motion".
e quella energia è reale, non è illusione, seppure è stata la mente a crearla nei secoli dei secoli, rimane reale in questo mondo ed in questa dimensione.
Si rivela pertanto necessario trasformarla, ma soprattutto liberarla, altrimenti se noi continuiamo ad ignorarla sforzandoci di non riconoscerla per raggiungere la pace dei sensi, per forza di cose si cristallizza dentro di noi, ed ecco che poi questa energia cristallizzata si trasforma in depressione, apatia, malattia.

Ci vuole qualcosa o qualcuno che ci aiuti a riconoscerla, e così l'Universo, sempre in nostro aiuto, ci manda persone che ci provocano affinché possiamo liberarla ma noi, tanto determinati a mantenere la pace dei sensi come ci insegnano.. respiriamo.. manteniamo il controllo, osserviamo l'altro come essere di Luce, gli mandiamo amore mentre magari ci insulta, e siamo diventati talmente bravi a farlo da illuderci di esserci riusciti!
Dobbiamo piuttosto osservare le emozioni che si manifestano e lasciarle fluire rimanendo connessi al nostro Sé ed al nostro respiro.

I transiti planetari, in questo caso, vanno a stimolare quelle parti di noi che meritano attenzione e riconoscimento, ma spesso alcuni astrologi stessi dicono: sarà un momento duro per via di Saturno che quadra il tuo Sole, ma abbi pazienza.. passerà!
Bisogna piuttosto comprendere cosa un transito ci vuole mostrare, non bisogna tenere i denti stretti fino a che quel transito .. passerà! Tutto ha un senso! ed è a quel senso che bisogna dare luce!

Ogni emozione va riconosciuta! che sia piacevole o meno piacevole!
Non dobbiamo affatto bloccarla, ma neppure diventare emozione!

Quando ci ritiriamo in meditazione solo per placare la mente quello che stiamo realmente facendo è rinnegare l'emozione umana considerata non degna di esistere, come se il dolore e la paura appartenesse a Satana, come se solo Dio può abitare il nostro cuore, come se solo l'Amore ci appartiene.
Dobbiamo piuttosto ritirarci in meditazione per connetterci con il nostro Sé e permettere all'emozione di fluire in totale libertà, lasciando che si muova e si manifesti, senza però che noi ci identifichiamo, altrimenti la nostra mente assume il controllo e continuerà a dominarci attraverso l'emozione.

Se viviamo la Spiritualità come fuga, frequentando corsi, ritirandoci in meditazione, seguendo un guru, i nostri occhi diventano sempre più lucidi, ma l'Anima assente.

Sembriamo fluttuare in una realtà che non vogliamo riconoscere, perché la New Age ci insegna che la sofferenza è sbagliata, che non è divina, che non ci appartiene realmente.
E ci stacchiamo dalla realtà del momento, dal qui ed ora, dalla vita che seppure è un illusione per l'Anima, è reale per l'essere umano.

Alcune persone si impegnano a tal punto da non riuscire più a vivere rapporti umani diretti e sinceri, e si ritirano nelle comunità spirituali, dove tutto sembra essere perfetto, dove al minimo segno di rabbia, trovano la forza per domarla. Ma la paura ed il dolore.. sono veramente spariti? non li provano mai più?

Se agiamo in questo modo stiamo domando la parte più vera ed istintiva dell'essere umano, continuando a rinnegare le nostre emozioni in quanto non considerate divine. Siamo noi stessi a limitare la nostra libera espressione.

Ci hanno sempre insegnato, fin da bambini, che arrabbiarsi è sbagliato. Che non bisogna piangere, che non bisogna urlare, ci hanno sempre insegnato a rinnegare le nostre emozioni e noi piccoli ed indifesi e tanto bisognosi di amore, abbiamo fatto di tutto per accontentare i nostri genitori in cambio di affetto. Abbiamo resistito, non abbiamo pianto! ed abbiamo rinchiuso quelle emozioni dentro di noi.

Però poi siamo cresciuti con enormi sensi di colpa ogni volta che quel dolore represso ed apparentemente insignificante, desidera mettersi in moto, de-cristallizzarsi, liberarsi. E noi diciamo: no! ancora! è ancora qui! dopo tutto quello che ho fatto, è ancora qui! E a volte facciamo di tutto per reprimerlo ancora.

Bhe' forse abbiamo guardato nella direzione sbagliata, forse ci siamo sforzati troppo a domare un istinto prettamente umano, forse ci siamo solo concentrati sul liberarcene piuttosto che accoglierlo, abbracciarlo, comprenderlo e liberarlo. Forse non siamo ancora andati abbastanza in profondità! Forse pensiamo di non essere degni, visto che ancora proviamo quelle emozioni. Ma forse non abbiamo riconosciuto abbastanza quel dolore, e non abbiamo compreso veramente da dove arriva.

Perché per poterci liberare di qualcosa, dobbiamo per forza prima riconoscerla ed afferrarla.

E cosi.. la terra trema, perché noi dobbiamo lasciare andare il controllo interiore per paura di perdere l'amore, quell'amore incondizionato che però non abbiamo mai ricevuto. E' piuttosto quell'amore ricevuto ad essere illusione, in quanto ha sempre posto delle condizioni: ti amo se.. , se fai il bravo ti compro.. se .. se, e ancora se! Ci vuole anche coraggio a rischiare di perdere l'unico amore che abbiamo conosciuto, per quanto poco incondizionato fosse, molto coraggio! visto che è l'unico che conosciamo e che ci fa sentire accettati. Diventa pertanto quasi più importante rinnegare le nostre emozioni per preservare quella sensazione di sentirsi accettati. Ma dentro di noi qualcuno ancora piange.. non importa per cosa, ma piange! e spesso piange in silenzio ed in solitudine.

Quando dunque senti dentro di te emozioni non piacevoli, chiudi gli occhi, ascolta quelle emozioni, vedi dove ti portano, e dove le senti nel corpo. Intensificale piuttosto che reprimerle ma non diventare quell'emozionemetti piuttosto in moto quell'energia cristallizzata! Osserva come si muove, come muove il tuo corpo, e liberala con il respiro con un  movimento, con la danza!

Se osservi l'emozione dolorosa la puoi comprendere e dissolvere, se diventi l'emozione ti travolge e sarai dolore. 

Visualizzate la vostra bimba o bimbo interiore e chiedetegli.. "cosa c'e'?", e se anche non lo sa, prendetelo in braccio e lasciate che si esprima. Osservate se appare un altra figura, più adulta, che potrebbe rappresentare l'Anima in un altra vita, fatele la stessa domanda, ed ascoltate ogni sua risposta che potrebbe arrivare attraverso un immagine, una parola o una sensazione, non datele alcun consiglio spirituale, non è quello di cui ha bisogno, siete lì per ascoltarla e per farla esprimerema non per farvi trascinare!

Riconosci la mente, libera le tue emozioni, ma identificati con il Sé

Lasciate che queste emozioni possano davvero liberarsi ed esprimersi in tutta libertà.
Quando si presentano, accoglietele, abbracciatele, ascoltatele, amatele, ma non fatevi trascinare negli abissi.
Più siete identificati con il vostro Sé, più questo processo verrà in modo naturale e meno faticoso.
Più siete invece identificati con la mente e con l'emozione, più correte il rischio di diventare quel dolore. Accogliete dunque ogni emozione senza identificarvi con esse.
Solo così riuscirete veramente a trasformarle e lasciarle andare, altrimenti avranno sempre presa su di voi, ancora ed ancora.
Magari avrete bisogno l'aiuto di qualcuno, ma se giorno dopo giorno vi connettete con il respiro ed il presente questo processo man mano avverrà in modo più naturale e con meno sforzo.

Amatevi per quello che siete, amate il pianto tanto quanto la gioia!

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla mia pagina Facebook

domenica 11 febbraio 2018

VENERE IN PESCI apre le porte all'amore, alla compassione, all'arte e alla creazione, dal 11 Febbraio al 7 Marzo



Nella notte dell'11 Febbraio, alle ore 00:19 Venere è entrata nel segno dei Pesci e l'energia diventa assai romantica almeno fino al 7 Marzo.

Venere in questo segno ci invita a sognare, ad amare, a creare e a sviluppare la compassione verso noi stessi e gli altri.

Sarà in congiunzione all'imminente novilunio, infatti sarà protagonista delle energie della prossima eclissi parziale di Sole come indicato nell'articolo dedicato alla Luna Nuova del 15 Febbraio che potete legger in questo blog e sulla mia Pagina Facebook.

Il 22 Febbraio la Dea dell'Amore formerà una perfetta congiunzione con Nettuno per poi raggiungere Kirone il 5 Marzo, congiungendosi tra l'altro anche con Mercurio, sempre nel segno dei Pesci.

Congiunta a Nettuno ci stimola a sognare, a vivere e a concretizzare il nostro sogno, sollecita la creazione artistica e stimola in noi il romanticismo e l'innamoramento, pertanto dedicate attenzione alle vostre relazioni amorose, condividete i vostri desideri, sogni e speranze, fondetevi l'uno con l'altro in assoluta armonia percependovi un unico Spirito, e permettete al segno dei Pesci e a Nettuno di dissolvere le barriere che vi separano dall'altro o dalla vostra stessa anima.

Creare armonia nelle nostre relazioni e prendendosene cura è di vitale importanza. 

La cura e l'amore, nonché una comunicazione sincera sono le basi per riuscire a sopravvivere qualsiasi periodo di crisi. 

Siete single? innamoratevi di voi stessi!


La congiunzione con Kirone pertanto mi suggerisce di amare le vostre ferite, di essere compassionevoli con voi stessi prima di tutto e di condivide le ferite con il partner o amici intimi (e questo vale più per chi tende a nasconderle). 

Suggerisce inoltre di utilizzare l'arte come mezzo di guarigione! 
Quando e se doveste sentirvi tristi, ....create, disegnate, danzate, cantate, lasciatevi abbandonare tra le braccia delle persone che amate in assoluta fiducia. 

Questa Venere è assai romantica e viene spinta a dissolvere ogni confine che vi separa dall'altro e dalla dimensione creativa.

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla mia pagina Facebook

sabato 10 febbraio 2018

LUNA NUOVA IN AQUARIO con Eclissi Parziale di Sole: Il coraggio di vivere il sogno!



Sei una scintilla divina che ha un dono creativo da offrire alla vita!

Scopri chi non sei, e la troverai

rispondendo a questa domanda... Cosa ti rende felice?


Il corridoio dell'eclissi tra il 31 Gennaio ed il 15 febbraio ha aperto un "portale" intenso legato al mondo inconscio. Emozioni irrisolte legate a vite antiche sono riemerse affinché noi potessimo prenderne atto al fine di osservare e liberare vibrazioni e convinzioni che ci impediscono di vivere pienamente la nostra vita.. ORA
Alcuni hanno vissuto (o stanno vivendo) questi giorni in modo molto pesante. Potrebbero sentirsi persi o vuoti, ansiosi o paurosi, come se fossero in una centrifuga senza controllo, ed infatti è proprio così. Il portale del karma rivela tante informazioni spesso a noi incomprensibili perché le racconta sempre sotto-forma di emozioni, pertanto non lasciatevi sbilanciare, ma leggete questo articolo se ancora non l'aveste letto.

Se siamo in grado di accogliere l'invito evolutivo delle energie in corso, ora o presto potremmo sentirci molto più leggeri e potremmo essere più presenti alle energie del nuovo ciclo lunare che avrà inizio con la Luna nel segno dell'Aquario, il 15 Febbraio 2018 alle ore 10:04 pm

Ma faccio un passo all'indietro, perché questa eclissi in special modo forma una perfetta opposizione con un altra eclissi ancora attiva il cui effetto durerà ancora un paio d'anni.

Il 21 Agosto 2017, un intensa Luna Nuova nel segno del Leone offriva uno degli spettacoli più suggestivi della vita! Un eclissi Totale di Sole ha attraversato in largo tutti gli Stati Uniti d'America regalando meraviglia e stupore ai più fortunati, invitandoci tutti al tempo stesso ad affrontare un profondo cambiamento interiore legato al nostro Ego (Leone), un processo difficile e doloroso ma necessario per riscoprire chi siamo al di là delle innumerevoli maschere che abbiamo dovuto indossare non solo in questa vita, ma anche in tutte quelle che l'hanno preceduta. 

Dietro le innumerevoli maschere che indossiamo si nasconde una scintilla divina con un dono unico ed originale! una scintilla con un dono creativo che può mettere a disposizione di ogni persona che incontra nel corso della vita! Una scintilla che per essere vista (forse), deve prima essere ri-scoperta, liberandosi da ogni velo ed illusione che le impedisce di splendere per rivelare il suo dono. E' un processo lungo, intenso e va affrontato lentamente, (se credi al processo evolutivo...)

oppure potresti decidere tuin questo momento come iniziare a risvegliarla con una semplice domanda:

Cosa ti rende felice? 

Non trovi risposta? Se sei confuso considera questo.

Fin dall'infanzia siamo stati condizionati (e non poco!) dalla cultura nella quale siamo cresciuti, dai nostri genitori e dalle nostre storie ed esperienze che hanno in qualche modo modellato la nostra personalità, una personalità che ora ci racconta chi siamo e cosa dobbiamo fare! Ma è una visione completamente distorta, infatti non racconta affatto chi siamo, ma solo chi crediamo di essere.

Non abbiamo la minima idea di chi siamo veramente, ma facciamo comunque di tutto per difendere l'unico ruolo che conosciamo. Il nostro nome, la nostra storia! una può raccontare "prima il dovere poi il piacere" un altra "non ce la puoi fare", "chi ti credi di essere", " se vieni visto ti rifiuteranno", "torna con i piedi per terra".. ad ognuno la sua.

Alcune anime sembrano aver trovato la via, altre sono ancora alla ricerca di un qualcosa e continuamente influenzate da questa storia cercano una risposta,  pertanto cominciano e continuano a fare ...domande. Ai pianeti, alle carte, ai veggenti, alle stelle, all'universo, a qualsiasi cosa che possano trovare fuori.
Insomma, stanno aspettando il momento giusto per vivere veramente, mentre la vita potrebbe vivere senza di loro.

Perché è proprio quando continuiamo ad aspettare qualcosa focalizzandoci fuori in cerca di risposte ...che ci perdiamo, allontanandoci dalla dimora dell'anima, più vicina del nostro stesso respiro!

E' ora di tornare a casa per riscoprire il dono creativo che possiamo mettere a disposizione della vita al fine di celebrarla con gioia, ma per farlo dobbiamo tirare giù un'altra maschera.
oppure possiamo rispondere a questa domanda ... Cosa ti rende felice?

Ho citato l'eclissi dello scorso agosto all'inizio dell'articolo perché questa eclissi parziale di Sole nel segno dell'Aquario si trova in perfetta opposizione a quella totale dello scorso anno e va pertanto a sollecitare quelle intense energie che sono comunque ancora attive per qualche mese!

La maschera che dobbiamo essere pronti ad individuare è assai importante da vedere e da lasciare andare! la quadratura da parte di Giove in Scorpione indica infatti una possibile resistenza ad una completa onestà, ma nello stesso tempo invita una presa di coscienza assai importante

E' come se venisse intensificata l'energia dell'eclissi totale del 21 Agosto! Inoltre Mercurio (mentale inferiore) in Aquario (che stimola di più il mentale superiore) al momento del novilunio sarà congiunto al Nodo Lunare Sud in casa quarta. E' come se il cosmo sussurrasse:

Ecco, un altra importante maschera dovrai ora osservare e lascar cadere! Quale? 

Quella dell'esiliato, quella del ribelle, quella del rivoluzionario, quella del diverso e del brutto anatroccolo! quella di colui che lotta contro tutto e tutti coloro che gli impediscono di essere felice ora
Memorie legate al passato ed alle credenze famigliari non ti saranno utili se desideri aprire e mostrare il tuo cuore e la tua libera espressione creativa condividendola con il mondo alla luce del Sole. Continuare a ribellarti non ti serve a nulla. 

Devi lasciar andare il piacere che provi quando sostieni con orgoglio:
"io sono la pecora nera della famiglia!"
Devi lasciar cadere la maschera di colui che prova gioia nel sentirsi speciale perché diverso, sentendosi però rifiutato e non compreso, deve cadere la maschera di colui che vuole cambiare il mondo convincendo gli altri a fare altrettanto. Insomma devi lasciare andare l'attaccamento all'esilio, che seppure si presenta come sofferenza, in realtà sotto sotto ti nutre e ti fa sentire .. speciale!

Con quanta onestà riuscirai a smascherare questa parte di te?

L'ipocrisia, il vittimismo, il continuo lamentarsi mostrando la faccia di chi vuole in realtà cambiare il mondo è un'altra prigione della stessa mente! Lottare contro non fa altro che mantenere in vita quello contro cui stai lottando, portandoti lontano da ciò che realmente conta.

Dovrai dunque porti altre domande in completa onestà:

A cosa ti serve sentirti speciale perché soffri?
A costa ti serve difendere con orgoglio il ruolo della pecora nera?
A cosa ti serve sentirti utile perché lotti contro qualcosa? fosse anche la sofferenza?
A cosa ti serve voler cambiare a tutti i costi i pensieri e la vita degli altri, pensando che la tua sia migliore?

Non è cosi che conquisterai la serenità dello Spirito, così non fai altro che seguire le illusioni della mente, di una mente che ti sussurra che per cambiare le cose devi lottare! Che non puoi essere felice ora perché ancora ti manca qualcosa e c'é ancora da fare.

Ma la mente è astuta, infatti sa bene che in questo modo ci tiene occupati a fare qualcosa, ad interpretare un altro ruolo importante mentre la vera energia dell'Aquario, quella sana, quella che ci offre lo Spirito, rimane inutilizzata! Appunto perché abbiamo venduto le perle ai porci!

E vuoi sapere qual'é la più alta manifestazione dell'Aquario?

L'Aquario è la fonte della Conoscenza Suprema, è dotato di profondo intuito, genialità, ed originalità in manifestazione... in questo momento! L'energia dell'Aquario è l'energia della fratellanza, della rivoluzione dello Spirito, è l'energia della Nuova Era. Ma fino a che si sente un passo in avanti, e migliore degli altri, non sta manifestando la sua più alta vibrazione.

E' a questo che devi aspirare! Devi scoprire quale è il dono che lo Spirito ti ha offerto per essere co-creatore di questa nuova era! Devi scoprire come puoi essere utile al risveglio di Coscienza! Devi scoprire cosa hai di unico e di originale da offrire, senza il bisogno di sentirti speciale, insomma devi fare ciò che ti rende felice! ma non potrai mai scoprire tutto questo se cedi alla tentazione del paragone e se continui a lottare contro qualcosa per cambiare le cose!
Non è contro mondo, né contro la mente che ti devi ribellare, ma a favore dello Spirito!

Devi iniziare a rispondere con completa onestà a quella domanda! e lo puoi fare anche ora!
Devi abbandonare tutte le altre lotte e rispondere solo a questa domanda. 

Cosa ti rende felice?

Abbandona la lotta, arrenditi! La lotta distoglie solo l'attenzione dal presente, ed il paragone ti porta più lontano dalla tua unicità!

Dovrai dunque ancora abbandonare il bisogno di approvazione per sentirti parte di un gruppo, in realtà appartieni all'universo intero! e dovrai rinunciare alla tentazione di voler diventare come l'altro, (oppure perfetto), o non potrai mai scoprire quel'é il dono che è stato concesso a te! O se lo sai, non riuscirai ad utilizzarlo perché la tua mente ti offrire mille scuse alle quali tu crederai.

Perché è tanto importante rispondere a quella domanda? Perché quest'eclissi parziale all'interno della grande eclissi del 2017, vibra nella casa della gioia e della creatività e ci invita ora a riscoprire la nostra originalità all'interno del disegno divino!
Ci invita a risvegliarci come essenza creatrice per scoprire il nostro dono, unico ed originale,  un dono che possiamo offrire per mostrare all'altro come poter tornare a gioire della vita.

E per farlo dobbiamo uscire dalle nostre tane, e smettere di raccontarci scuse su scuse, dobbiamo creare contatti sociali, dobbiamo riconoscerci come tribù, dobbiamo tornare a cantare alla Luna! celebrare la vita e ringraziare per tutti i doni che ci offre nonostante tutto! Dobbiamo abbandonare la maschera del rivoluzionario e dell'esiliato. E dobbiamo cominciare a vivere il sogno!

Cerchiamo spesso un dono tutto per noi, ma ci chiediamo mai cosa noi possiamo donare alla vita per celebrarla in ogni sua forma? Cosa possiamo offrire di creativo alla vita ed alle persone con le quali entriamo in contatto?

Come scoprirlo?

Sempre allo stesso modo! Fermati e respira! celebra e vivi questo momentoRingrazia per quello che hai! connettiti con ogni suono che ti circonda, lascia fluire ogni emozione ed abbandona ogni controllo e giudizio. Devi riconnetterti alla fonte o non potrai mai comprendere quale dono vieni invitato a manifestare!

Allora... Cosa ti rende felice? 

I due luminari danzeranno abbracciati da Venere in Pesci da una parte (non tanto lontano da Nettuno), e Mercurio in Aquario dall'altra parte intensificando la necessità di creare e vivere con gioia i propri sogni! Non limitarti a sognare ad occhi aperti, rischio della vibrazione pescina, non limitarti a sognare di notte! Concretizza questi sogni nella tua realtà!
Approfitta di questa energia romantica e creativa! Scopri il tuo modo di creare e di vivere la poesia. Danza alla Luna! Vivi il tuo sogno!

Non ci riesci? perché credi di non riuscirci! Perché credi ad ogni pensiero ed emozione della tua mente, perché racconti ancora le stesse storie, perché difendi la tua zona comfort sostenendo che non fai parte di questo mondo, perché osservi le malvagità di questo mondo e ti chiedi dove è Dio, perché sei in attesa che qualcosa cambi e che qualcuno ti dia una direzione mostrandoti la via, perché vivi la vita in un mondo onirico senza concretizzare i tuoi sogni!

La via è scoprire chi sei in questo momento!

Non chi eri in una vita precedente, nell'infanzia e neppure ieri!

Chi sei ora in questo momento?

Cosa senti di fare tu ora.. in questo istante?
Come scegli di celebrare la vita oggi?
Come scegli di onorare questa Luna Nuova?
Cosa ti suggerisce l'intuito?
Cosa ti suggerisce la tua piccola immensa anima creativa?

La via per riscoprire la propria missione è di riconquistare la propria originalità (Acquario) e trasformarla in un opera d'arte. La tua missione principale è quella di amare la vita, e di tornare a creare! e creare non significa affatto dipingere! anche cucinare è creare, così come lo è danzare a piedi nudi cantando alla Luna, non sottovalutare mai la forza di un sorriso, può salvare una vita.

Tu sei una creazione divina, e come tale per sentirti vivo devi creare! Come?

Decidilo tu! lo sai!
non dare più a nessuno il potere di dirti chi sei! Una volta che sei connesso, saprai tutto in ogni istante e non porrai più nessuna domanda.

Ti rende felice ballare? Balla! in casa, dovunque
Ti rende felice disegnare? Disegna! prendi dei colori e comincia
Ti rende felice il silenzio della natura? Esci!
Un animale? Prendetene cura
Suonare? Suona!
Cantare? Canta!

Una cosa devi fare e decidere in questo novilunio... Devi decidere cosa ti rende felice, e poi...

Fallo!! Non esiste medicina più potente! 

Tornerai nel presente in un istante, con il tempo guarirai le ferite della tua anima e la tua scintilla divina si accenderà. La tua gioia sarà talmente contagiosa da influenzare gli altri senza che tu debba dire nulla, la tua luce sarà talmente brillante da risvegliare il sogno di chiunque entrerà in contatto con te! 
Tale è la forza dell'Anima creativa.

Danza e canta ad un nuovo inizio.. .

Buona Luna Nuova,

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla mia pagina Facebook